Condividi la notizia

SPETTACOLO ROVIGO

Tre serate uniche tra il 18 e il 20 settembre al Deltablues

Torna ancora una volta una manifestazione di tutto rispetto, una tradizione del panorama rodigino, ma sostanzialmente polesano con tanti artisti pronti ad esibirsi con le loro performance (Rovigo)

0
Succede a:
ROVIGO - Tre serate ricchissime per il terzo weekend di Deltablues 2020 tra venerdì 18 e domenica 20 settembre. Si parte venerdì 18 alle 21.30 nel parco di Villa Malmignati a Lendinara con doppio concerto, in apertura Ilaria Graziano e Francesco Forni, a seguire Le Scat Noir. Sabato 19 a Rovigo ritorna tra le 18.30 e le 20.30 il Blues on the road con cinque postazioni live per altrettante band nel centro storico che precederanno il talk in piazza Vittorio Emanuele con Gegè Telesforo che dialogherà con il giornalista Beppe Ceccato di “Musica senza confini”.

Domenica 20 appuntamento sempre nel capoluogo nell'area fieristica CenSer (viale Porta Adige, 45) con le finali nazionali dell'International Blues Challenge (Ibc). Quattro le band in lizza, le cui esibizioni
anticiperanno lo spettacolo di Gegè Telesforo con il Rovigo Jazz Department Ensemble del conservatorio Venezze di Rovigo. Le serate di venerdì 18 e domenica 20 avranno un biglietto da 5 euro acquistabile online su www.diyiticket.it oppure sul posto la sera del concerto, il tutto nel rispetto delle norme di precauzione sanitaria.

Venerdì 18 settembre il festival arriva a Lendinara nel parco di Villa Malmignati per un'altra serata d'impronta jazzistica. In apertura, alle 21.30, il duo formato dai polistrumentisti e cantanti napoletani
Ilaria Graziano e Francesco Forni. Nella loro produzione, le atmosfere più prettamente blues americane si intrecciano talvolta con la tradizione musicale partenopea, originando un miscela piacevolmente inusuale come il cantato che scivola tra italiano, inglese, spagnolo, francese.

Il programma proseguirà con il concerto di Le Scat Noir, trio che ha base a Ferrara e unisce Natalia Abbascià (voce e violino), Sara Tinti (voce e pianoforte), Ginevra Benedetti (voce). Attualmente stanno promuovendo il nuovo disco Aerography che sta ottenendo diversi passaggi radiofonici, anche in Battiti, la trasmissione di Radio Rai dedicata al jazz. L'impegno live ha portato Le Scat Noir a esibirsi molto, in Italia e all'estero facendo tappa in luoghi iconici come il B-Flat di Berlino, in Germania.

Sabato 19 e domenica 20 settembre la rassegna approda a Rovigo per il primo dei due fine settimana programmati nel capoluogo del Polesine, sotto la stella di Gegè Telesforo, protagonista di entrambe le
serate, organizzate in collaborazione con il Conservatorio statale Venezze. Sabato 19 la musica inizierà alle 18 a risuonare per il centro storico grazie alle cinque posizioni in stile buskers del Blues on the road.

In cartellone la polistrumentista Elli de Mon (Pescheria nuova, corso del Popolo), One Horse Band (piazzetta Marvelli), Cek Franceschetti & Jamie Dolce (piazza Matteotti), Luca Zennaro Trio (piazza Vittorio Emanuele II°), Tommaso Stanghellini Trio (piazza Garibaldi). Alle 21.30 in piazza Vittorio Emanuele toccherà a Telesforo che dialogherà con il giornalista Beppe Ceccato di “Musica senza confini”. Cantante, percussionista, compositore, maestro della tecnica vocale scat è noto ben oltre la cerchia degli appassionati di jazz e blues per l'incrollabile sodalizio con Renzo Arbore e per la verve con cui da anni è protagonista di trasmissioni radiofoniche e televisive.

Domenica 20 settembre gli spettacoli si trasferiranno al nuovo polo culturale “La Fabbrica dello Zucchero” all'interno dell'area fieristica CenSer di viale Porta Adige. La prima parte della serata sarà dedicata alle finali nazionali dell'International Blues Challenge (Ibc) per individuare la band che rappresenterà l'Italia alle finalissime del contest mondiale per artisti emergenti promosso dalla Blues Foundation, in calendario dal 19 al 23 gennaio 2021.

I quattro finalisti, selezionati tra 29 solisti o gruppi partecipanti, sono il trio mondragonese The Blues Queen, il sestetto abruzzese Dago Red, i cagliaritani Bad Blues Quartet, il trio torinese I Shot A Man. Conclusi i set per il concorso, gran finale con l'esibizione di Telesforo con il Rovigo Jazz Deparment Ensemble, gruppo formato di docenti e studenti del conservatorio Venezze e diretto da Massimo Morganti.

Deltablues è organizzato da Ente Rovigo Festival con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, la collaborazione del Conservatorio Statale F. Venezze, il patrocinio e sostegno di Regione Veneto nell’ambito di Reteventi della Provincia di Rovigo, il patrocinio e sostegno dei Comuni di Rovigo, Adria, Lendinara, Loreo, Porto Tolle.
Articolo di Mercoledì 16 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it