Condividi la notizia

#elezioniVENETO2020

Un incontro con Lucia Pozzato dove si è parlato di sicurezza

La candidata sindaco di Villadose (Rovigo) ha organizzato questo importante evento con ospiti il sindaco Edoardo Gaffeo,segretario provinciale Giuseppe Traniello, ma soprattutto il sottosegretario al ministero dell'interno Variati

0
Succede a:
VILLADOSE (Rovigo) - "Il ruolo del comune deve essere per la sicurezza e la qualità della vita dei cittadini". Attorno a questo tema si è dibattuto nella serata di martedì 15 settembre, in un incontro organizzato dal circolo di Villadose del Partito Democratico e dalla lista Per Villadose – Lucia Pozzato sindaco, con ospiti politici e amministratori di rilievo: il sottosegretario al ministero dell’Interno Achille Variati, il sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo, il segretario provinciale del Partito Democratico Giuseppe Traniello, la candidata sindaco al comune di Villadose Lucia Pozzato; a fare gli onori di casa Sergio Manzon, segretario del circolo del Partito Democratico di Villadose.
 

Dopo il saluto dei segretari Manzon e Traniello, la candidata Lucia Pozzato ha creato il contesto al tema della sicurezza illustrando come  nel programma della lista Per Villadose il progetto di lavorare per una migliore qualità della vita dei cittadini si declini nella ricerca di un ambiente più pulito, un lavoro più sicuro e dignitoso, un territorio più sicuro. Importante anche la sottolineatura, condivisa da Traniello, che la sicurezza non è un tema delle destre, ma è un obiettivo imprescindibile di chi si propone per governare e migliorare la vita dei propri cittadini.
 

Il sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo ha portato l’esperienza di una città, Rovigo, dove la sicurezza viene considerata bene comune dalla sua amministrazione e inserita in un piano integrato di governo della città, con scelte che coinvolgono le politiche urbanistiche e di insediamento e mirano a coinvolgere anche i comuni vicini in una rete di strategie mirate a contrastare la criminalità, soprattutto quella che non si vede.

Il sottosegretario Variati ha evidenziato, numeri alla mano, come la percezione del problema immigrazione sia stato ingigantito dalla pandemia Coronavirus: “Non ci sta sfuggendo nulla e in questo paese non arriverà nessuno che questo paese non voglia”. Ha dichiarato, a smentire voci che temono l’arrivo di immigrati a Villadose in strutture pubbliche inutilizzate.

Più preoccupato invece il sottosegretario Variati per quanto riguarda il rischio di infiltrazioni mafiose nel tessuto Veneto, soprattutto da parte di gruppi criminali pronti a infilarsi nelle pieghe degli investimenti derivanti dal Recovery Fund.

Infine, Variati ha voluto lasciare ai numerosi presenti un messaggio di Papa Francesco rivolto ai sindaci: “Usate prudenza, coraggio e tenerezza” e un appello: “Scegliete un buon sindaco, che sappia guidare il Comune con lungimiranza per il bene di tutti: Lucia è la persona giusta, una donna preparata e determinata”.

 
Articolo di Mercoledì 16 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it