Condividi la notizia

MEDICO PORTO TOLLE

Dall'1 ottobre niente pediatra a Porto Tolle. Nicolasi: "Sconcertante". Mantovan: "Stiamo cercando il sostituto"

Dall'Ulss 5 è arrivata la notizia della cessata attività dal prossimo inizio ottobre del dottor Marco Balzani pediatr di Porto Tolle (Rovigo); non sono mancate le polemiche, con la successiva risposta dell'amministrazione

0
Succede a:
PORTO TOLLE (Rovigo) - "Da questa mattina sta circolando un avviso del distretto sanitario Ulss 5 dove si avverte l'utenza che dal primo ottobre il comune di Porto Tolle rimarrà senza servizio pediatrico di base. La notizia sta destando non poche perplessità da parte dei genitori che di fatto si trovano davanti alla prospettiva di scegliere una pediatra di libera scelta in un comune limitrofo in base all'età del proprio figlio". A spiegarlo è la consigliera comunale Cosetta Nicolasi, esterefatta da tale notizia. 

"Va da sé che la notizia è alquanto sconcertante: com'è possibile lasciare un comune di poco meno di 10.000 abitanti, dislocato in un territorio molto ampio e frazionato come il nostro, senza servizio pediatrico di base? Come si può pensare di obbligare un genitore a recarsi in un ambulatorio extra comunale con il proprio figlio, magari febbricitante o durante il periodo invernale con l'aggravarsi delle condizioni metereologiche (vedi nebbie e quant'altro) per effettuare una visita un controllo del proprio figlio?".

Aggiungendo poi: "Questa notizia è ancora più grave se la si contestualizza nel periodo molto particolare che stiamo vivendo, con le norme anti covid che di fatto stanno mandando in tilt i genitori e i medici stessi, visto che anche una normale visita di controllo è soggetta a restrizioni e tutele aggiuntive". "Ma in tutto questo mi chiedo la nostra amministrazione cosa intende fare? Ha intenzione di subire questa assurda scelta senza battere ciglio? Alla conferenza dei sindaci dove è stata presa questa decisione i nostri amministratori che parte hanno fatto?".

"Io da cittadina, da madre di due figli in età pediatrica e da consigliere di opposizione sono sconvolta e chiedo una immediata presa di posizione da parte del sindaco Roberto Pizzoli e dell'assessore Silvana Mantovani delegata ai servizi sanitari". "Mi chiedo anche perché abbiano taciuto con tutto il consiglio comunale davanti a questa scelta che di fatto si poteva, in tempo e soprattutto insieme, anche modificare con una azione comune a nostro favore, a favore di tutti i cittadini Mi chiedo come la regione possa permettere di lasciare il nostro territorio scoperto di un sevizio essenziale come quello pediatrico? I tagli alla sanità pubblica della giunta Zaia stanno mettendo in ginocchio il nostro territorio, che troppo spesso paga il fatto di essere zona periferica".

Concludendo: "Mi aspetto una reazione immediata volta a risolvere quanto prima possibile questa assurda situazione. Come gruppo di minoranza sosterremo tutte le azioni che i genitori e i cittadini intenderanno sostenere per ovviare a questa mancanza di servizio".

Arriva subito la risposta dell'assessore Silvana Manotvani: "In queste ore sta circolando una comunicazione dell’Ulss che spiega che dall’1 ottobre il pediatra di libera scelta dottor Marco Balzani cesserà la sua attività a Porto Tolle. Siamo consapevoli del disagio che questa circostanza porterà ai genitori di bambini con meno di 6 anni di età, specie nel periodo che stiamo vivendo a causa del Covid-19".

"La necessità di reperire un medico che sostituisca il dott. Balzani è prioritaria, e stiamo facendo il possibile perché si trovi una soluzione nel più breve tempo possibile. Invito tutti a non allarmarsi o dare adito ad allarmismi che hanno il solo obiettivo di aizzare animi già inquieti a causa del clima di fragilità che vivono genitori e famiglie intere, soprattutto oggi, dopo la riapertura delle scuole e i timori che possono derivarne".

Concludendo: "Negli ultimi mesi l’azienda sanitaria si è impegnata per ricercare un sostituto nelle graduatorie.La nostra amministrazione di concerto con l’Ulss sta predisponendo tutte le vie percorribili affinché l’assegnazione di un pediatra per Porto Tolle avvenga in tempi utili, fino ad allora stiamo facendo in modo che si reperisca un professionista disponibile in via temporanea, anche da fuori regione. Perciò stiamo mettendo a disposizione tutte le risorse economiche e non a nostra disposizione”.
Articolo di Mercoledì 16 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it