Condividi la notizia

EMERGENZA CORNAVIRUS

Nuovo decesso nell’area Covid di Trecenta, quattro nuovi positivi 

Sesta vittima nel giro di pochi giorni, anche il 79enne deceduto a Trecenta era stato ricoverato in precedenza alla casa di cura di Porto Viro (Rovigo). Per fortuna sono tutti negativi i bambini e gli operatori dell’asilo attenzionato dallo screening

0
Succede a:

ROVIGO - “Purtroppo, dobbiamo segnalare un decesso di un signore di 79 anni, residente in Basso Polesine, che era stata ricoverato a Porto Viro a causa di una serie di patologie pregresse; dopo il riscontro di positività era stata trasferito all'Ospedale di Trecenta, dove era stata ricoverato in Terapia Intensiva Covid in gravi condizioni. È deceduto oggi nonostante l'uso delle terapie più avanzate compreso il plasma iperimmune. Alla famiglia vanno le condoglianze mie e dell’Azienda”. Lo annuncia il Direttore Generale, Antonio Compostella, sesta vittima tra i ricoverati della casa di cura di Porto Viro dove si è sviluppato il focolaio qualche settimana fa. 

I decessi in provincia di Rovigo salgono a 42 dall’inizio dell’emergenza Covid-19, attualmente risultano 20 pazienti ricoverati, 18 pazienti in Area Medica Covid a Trecenta ,1 in Terapia Intensiva, 1 in Malattie Infettive a Rovigo.

Anche oggi nuovi positivi in Polesine e in totale sono 634 i residenti in Provincia da inizio epidemia.

Una operatrice non sanitaria del Centro Servizi Anziani "Villa Resemini" di Stienta emersa durante lo screening delle strutture, un 48enni, residente in Alto Polesine, ha eseguito il tampone per comparsa di sintomatologia compatibile al Covid-19. È stato posto in isolamento domiciliare ed è in corso l’indagine epidemiologica per la ricostruzione dei contatti.
Positivi un uomo di 62 anni e una donna di 31 anni, residenti in Alto Polesine, con contatti in ambiente di lavoro fuori Regione. Hanno eseguito il tampone nella provincia dove ha sede l’Azienda per la quale lavorano e sono risultati positivi. Sono asintomatici.

A seguito di alcune verifiche anagrafiche due delle ultime positività, segnalate nei bollettini dei giorni scorsi, risultano residenti fuori provincia e perciò il totale da 636 ipotetico scende a 634.

Tra le altre strutture risulta positiva una operatrice della Comunità Alloggio di Taglio di Po e una operatrice non sanitaria del Centro Servizi Anziani "Villa Resemini" di Stienta.

I tamponi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 85.822. Le persone sottoposte a tampone sono 33.644. Tutti i bambini e gli operatori scolastici dell’asilo nido comunale di Porto Viro, dove era emersa una positività in una bambina nei giorni scorsi, hanno eseguito il primo tampone e sono risultati negativi.

2 nuove guarigioni fanno salire a 484 il totale dei guariti in Polesine da inizio epidemia. Sono 108 le persone attualmente positive in provincia. Ad oggi sono 459 le persone poste in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva.

Articolo di Giovedì 17 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it