Condividi la notizia

#elezioniVENETO2020

Simona Bisaglia, la volontaria della Protezione civile con il pallino della autonomia

Anche se al secondo mandato da assessore a Trecenta è una outsider della politica ed è in corsa come consigliera del Consiglio regionale del Veneto per la lista Zaia

0
Succede a:
TRECENTA (Rovigo) - Simona Bisaglia, bancaria nel distretto della giostra altopolesano, madre di due figli di 17 ed 11 anni ha ricevuto la fiducia del presidente Luca Zaia per essere canditata nella lista che porta il suo nome e l'ha ripagata con una campagna elettorale tutta votata alla autonomia differenziata come richiesto dallo stesso Luca Zaia.

"Ho vissuto per anni in una regione autonoma come il Trentino ed ho toccato con mano i benefici dell'autonomia che, purtroppo, in Veneto non è ancora stata ottenuta, benchè vi sia stato il referendum del 22 ottobre 2017 che ha sancito la volontà del popolo veneto, con oltre due milioni di voti, di poter gestire direttamente 23 materie delegabili da Costituzione - afferma Bisaglia - tra cui istruzione, ambiente, infrastrutture, grandi opere come porti ed areoporti. Il modo in cui si è gestita la chiusura e la riapertura delle scuole dal governo di Roma è l’esempio di quanta distanza con le esigenze dei veneti vi sia tra la visione del presidente Luca Zaia e la ministra Azzolina".

Anche se per la prima volta impegnata in Veneto la vicinanza di Bisaglia con la giunta regionale appena scaduta è stata costante, con l'assessore polesano Cristiano Corazzari, ma soprattutto con l'assessore ad Ambiente e Protezione civile Gianpaolo Bottacin.

Tra i punti di programma di Simona Bisaglia la tutela del made in Veneto, le infrastrutture e la viabilità per rispondere alle necessità della provincia di Rovigo. "Una esperienza esaltante quella di essere stata scelta dal presidente Luca Zaia per la sua lista sul territorio - confida Bisaglia - una attestazione di stima da parte di Zaia che ripagherò a tutta la provincia di Rovigo portando a Venezia le richieste dei nostri 50 comuni del Polesine, con l’esperienza delle difficoltà che vive un piccolo comune come Trecenta, poco piu’ di 2.500 cittadini, che per la seconda volta ho il privilegio di amministrare".

Dall'esperienza di bancaria Bisaglia conosce le problematiche di accesso al credito delle imprese e come impegno regionale si prefigge di supportare le aziende polesane per aiutarle a ritornare competitive sul mercato internazionale, con massima attenzione al distretto produttivo delle giostre da Luna Park vista l'esperienza professionale diretta a Bergantino.

"Ho il mio lavoro, ho una famiglia, la politica la vivo come servizio, mi piace stare con le persone ed il mio sguardo è sempre rivolto ai cittadini. Quando la politica chiama io rispondo - conclude Bisaglia - mi sono ritrovata immersa in questa sfida per Venezia e confido nel buonsenso di chi mi ha conosciuto e nelle attestazioni di stima e fiducia che ricevo. Io ci sono, e continuerò ad esserci".
Articolo di Venerdì 18 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it