Condividi la notizia

COMUNE

Intitolata la biblioteca del polo scolastico “La Fenice” a Caterina Pattaro

Una cerimonia densa di significato a Lusia (Rovigo) con il Prefetto Maddalena De Luca, il sindaco Luca Prando e il direttore di Bancadria in ricordo di una bambina speciale 

0
Succede a:

LUSIA (Rovigo) - “Stiamo realizzando un sogno”…con queste parole si apre la giornata dedicata all’intitolazione a Caterina Pattaro della biblioteca presso il polo scolastico “La Fenice” di Lusia alla presenza di alunni e autorità tra cui il Prefetto di Rovigo Maddalena De Luca, il Sindaco Luca Prando, il direttore di Bancadria colli euganei Marco Mazzetto.

L’emozione nei presenti è palpabile e ogni parola ogni gesto va oltre il mero protocollo. La voce rotta di chi ha condiviso con tutti il suo pensiero è stato il segno più tangibile di come Caterina fosse parte del gruppo e per questo fissa ancora nella memoria di tutta la comunità. Si perché era una ragazzina di Lusia che purtroppo non poteva camminare, parlare, saltare, correre e cantare e aveva sempre bisogno di qualcuno per fare le cose che a noi sembrano così semplici.

E da una promessa fatta qualche anno fa dall’assessore alla pubblica istruzione Lorella Battistella ai genitori di Caterina, grazie al contributo di Bancadria colli Euganei e all’intervento del Prefetto di Rovigo che ha concesso di abbreviare le normali tempistiche di 10 anni dalla scomparsa, arriva l’idea di intitolare proprio la biblioteca a Caterina. “La biblioteca, è un posto magico” dice l’assessore Battistella,  “dove ognuno di noi può diventare, grazie ai libri, ciò che vuole e ciò che sogna, una principessa, un unicorno, un coraggioso soldato… può visitare con la fantasia luoghi immaginarie reali, può sognare.”

  

Articolo di Venerdì 18 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Per approfondire

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it