Condividi la notizia

#elezioniVENETO2020

La delusione del M5S ed onore al vincitore

Per Elena Suman, candidata regionale Movimento 5 Stelle per la provincia di Rovigo, la disaffezione dei simpatizzanti è la causa della sconfitta, unita ad una dilagante popolarità di Luca Zaia riconfermato presidente con una maggioranza bulgara 

0
Succede a:

ROVIGO - “Il risultato che queste elezioni regionali hanno decretato con la riconferma del governatore Zaia è andato oltre ogni aspettativa. Quindi onore al vincitore, come è giusto che sia quando gli elettori riconoscono allo stesso un consenso di oltre il 76%.

Detto questo, come M5S polesano non possiamo che essere delusi del risultato ottenuto nella nostra provincia, sicuramente inferiore alle aspettative - Elena Suman - candidata regIonale M5S per il Polesine - considerando l’impegno profuso per portare all’attenzione dell’opinione pubblica diverse tematiche, dal lavoro, l’ambiente, la sanità, il sociale.

Abbiamo pagato lo scotto di un governatore uscente, Zaia,  dalla popolarità dilagante, ma anche una disaffezione nei confronti del Movimento, le cui cause sono diverse e tutte penalizzanti”.

Parole chiare quelle della candidata del Movimento 5 Stelle, senza tanti giri di parole “L’essere al Governo non ci ha aiutato, anzi ha amplificato quelle che da molti attivisti e simpatizzanti sono state considerate incoerenze o promesse non mantenute. Siamo stati attaccati da più parti, anche in maniera scorretta e vile, e di questi attacchi non abbiamo saputo cogliere l’essenza, cioè la necessità di essere molto più presenti sui territori che ci siamo presi l’onere di rappresentare. 

Rimane però tutto il lavoro fatto dal M5S, che si prende giustamente il merito di aver portato a compimento quello che è stato denominato Ecobonus 110%, una rivoluzione incredibile e concreta.

Il nostro grazie va ad Enrico Cappelletti e a tutta la sua squadra e a tutti quelli che ci hanno sostenuti. Per noi la promessa di non lasciare a metà tutto quello che abbiamo iniziato, forti in ogni caso della soddisfazione per aver fortemente sostenuto un referendum costituzionale dal risultato che non era scontato, ma che gli italiani hanno fatto loro con il SI delle urne.”

 

Articolo di Martedì 22 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it