Condividi la notizia

COMMERCIO 

Gli agenti di commercio chiedono a gran voce sostegni straordinari per far fronte alla crisi

Appello a 30.000 agenti del Nord-Est alla vigilia dal voto per cambiare i vertici di Enasarco: “difendiamo le nostre pensioni da chi punta a gestirne il patrimonio di oltre 7 miliardi”

0
Succede a:

ROVIGO - Da domani 24 settembre al 7 ottobre si svolgeranno online le votazioni per il rinnovo dei vertici di Enasarco, l’ente previdenziale degli agenti di commercio e dei consulenti finanziari, in uno scenario nel quale la categoria è alle prese con la crisi economica e cerca sicurezze sul futuro pensionistico, temi al centro dell’incontro di presentazione della lista Enasarco del futuro, sostenuta da Fnaarc il primo sindacato italiano della categoria, e da Confcommercio, Confindustria, Confcooperative e Cna.

Alberto Petranzan, coordinatore della coalizione Enasarco del futuro e presidente nazionale di Fnaarc, ha presentato il programma per cambiare Enasarco agli agenti di commercio del Triveneto. Presenti all’incontro il vice presidente vicario nazionale Fnaarc Sergio Mercuri e i vertici territoriali Fnaarc: Fulvio Benvenuti (Trieste), Paolo Dainese (Vicenza), Vito De Filippi (Bolzano), Stefano Montesco (Venezia), Filippo Muraglia (Trentino), Antonello Peatini (Treviso), Massimiliano Pratesi (Udine), Carlo Trevisan (Triveneto).

Gli agenti chiedono a gran voce sostegni straordinari per far fronte alla crisi di liquidità con una proposta concreta, portata avanti da Enasarco del futuro, che consiste nel vedersi riconoscere una percentuale del proprio Fondo di indennità di risoluzione rapporto (FIRR). Proposta che è stata accolta dalla Fondazione Enasarco, ma non ancora dal Governo che deve concederne l’autorizzazione. Dopo oltre due mesi gli agenti di commercio non hanno ottenuto risposta rispetto a un provvedimento che riuscirebbe a dare loro ossigeno consentendogli una più veloce ripartenza.

Alberto Petranzan si è rivolto agli oltre 30.000 professionisti del Triveneto: “Manca soltanto un giorno alle elezioni per il rinnovo del vertice di Enasarco, il nostro ente previdenziale - ha dichiarato Petranzan - Enasarco va cambiata per fornire prestazioni al passo con i tempi, ma va anche protetta da chi vuole mettere le mani sulla gestione del suo patrimonio. In questa tornata elettorale si sono proposte liste cresciute prevalentemente attraverso internet, senza basi solide, che in questo momento di difficoltà invece di fare proposte realizzabili per il futuro degli agenti di commercio alimentano polemiche: occorre quindi domandarsi quale sia il loro vero obiettivo”. 

“Dobbiamo fare sistema e far sentire la nostra voce – continua Petranzan - il Governo ci ha dimenticati, basta ricordare il contributo a fondo perduto di mille euro al quale moltissimi agenti non hanno potuto accedere, l’esplosione incontrollata del commercio elettronico che sta impoverendo la categoria, problemi strutturali legati alle pensioni e lo sblocco dell’anticipo del FIRR per il quale sono a disposizione 450 milioni di euro e che noi chiediamo diventi strutturale, non solo limitato all’emergenza Covid”.

Il programma della lista Enasarco del futuro punta al rinnovamento e la modernizzazione di Enasarco, allo sviluppo di nuove prestazioni di welfare e assistenza e a garantire la pensione agli agenti di commercio e ai consulenti finanziari. I rappresentanti degli agenti di commercio del Triveneto presenti all’incontro hanno condiviso un appello al voto: “Possiamo cambiare Enasarco solo esprimendo il nostro voto. È importante andare a votare guardando chi veramente rappresenta la nostra categoria”.

 

Articolo di Mercoledì 23 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it