Condividi la notizia

COMUNE

Occasione da cogliere per aumentare la sicurezza e l’efficientamento energetico  

Avviato il procedimento per la formazione della quarta variante al piano degli interventi a Villanova del Ghebbo (Rovigo). Gli incentivi del 110 per cento danno un’opportunità per rinnovare tecnologicamente le abitazioni  

0
Succede a:

VILLANOVA DEL GHEBBO (Rovigo) - Il comune di Villanova del Ghebbo ha avviato il procedimento per la formazione della quarta variante al piano degli interventi. Per aggiornare la pianificazione del territorio comunale i privati cittadini e gli operatori economici possono partecipare alla concertazione pubblica tra la cittadinanza e l’ente comunale per aggiornare e variare il piano urbanistico. Si parte con la ricezione delle istanze della cittadinanza medesima che manifesta le necessità urbanistiche.

L’assessore Ingegner Massimo Bordin tiene a precisare che la variante al piano discende dal rinnovato interesse da parte degli operatori economici per adeguare le strutture produttive alle nuove esigenze organizzative. Anche i privati grazie agli incentivi del 110 per cento stanno da tempo rappresentando opportunità di investire sul territorio. E’ un’opportunità per rinnovare tecnologicamente le abitazioni e quindi aumentare la sicurezza e l’efficientamento energetico del territorio comunale.

Il Piano degli Interventi (PI) è difatti lo strumento operativo per attuare interventi diretti sul territorio comunale . L’iter è stato avviato. Il comune di Villanova del Ghebbo dal 9 settembre fino al 9 ottobre è pronto a ricevere le manifestazioni di interesse relative alle previsioni per la formazione della quarta variante al Piano degli interventi. Le istanze dovranno pervenire entro e non oltre il 9 ottobre esclusivamente all’ufficio protocollo del comune a mezzo posta all’indirizzo Via Roma n. 75 45020 Villanova del Ghebbo, via pec all’indirizzo info-comunevillanova@legalmail.it oppure con la consegna a mano presso gli uffici comunali nei seguenti orari il Lunedì’ e mercoledi dalle 9,30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.30 oppure giovedì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30.

Dopo la raccolta delle istanze sarà il turno del Sindaco chiamato a predisporre il documento in cui sono evidenziati, secondo le priorità, le trasformazioni urbanistiche, gli interventi, le opere pubbliche da realizzarsi nonché gli effetti attesi e lo illustrerà presso la sede del comune nel corso di un apposito consiglio comunale. Poi sarà il consiglio comunale ad approvare il piano degli interventi dopo aver attuato forme di consultazione, di partecipazione e di concertazione con altri enti pubblici e associazioni economiche e sociali eventualmente interessati. Entro otto giorni dall’adozione, il piano è depositato a disposizione del pubblico per trenta giorni consecutivi presso la sede del comune decorsi i quali chiunque può formulare osservazioni entro i successivi trenta giorni. Dell’avvenuto deposito è data notizia mediante avviso pubblicato nell’albo pretorio del comune e su almeno due quotidiani a diffusione locale. Dopo sessanta giorno successivi alla scadenza del termine per la presentazione delle osservazioni il consiglio comunale decide sulle stesse ed approva il piano. 

"Il cronomentro è partito" chiosa il sindaco del comune di Villanova del Ghebbo Gilberto Desiati che ha avviato il procedimento per la formazione della quarta variante al piano degli interventi. Per aggiornare la pianificazione del territorio comunale i privati cittadini e gli operatori economici e possono partecipare alla concertazione pubblica tra la cittadinanza e l’ente comunale per aggiornare e variare il piano urbanistico . Si parte con la ricezione delle istanze della cittadinanza medesima che attraverso il procedimento manifesta le necessità urbanistiche.

L’assessore Ing. Massimo Bordin tiene a precisare che si nota un rinnovato interesse da parte degli operatori economici per adeguare le strutture produttive alle nuove esigenze organizzative. Anche i privati grazie agli incentivi del 110 per cento stanno da tempo rappresentando opportunità di investire sul territorio . E’ un’opportunità per rinnovare tecnologicamente le abitazioni e quindi aumentare la sicurezza e l’efficientamento energetico del territorio comunale.

Il Piano degli Interventi (PI) è difatti lo strumento operativo per attuare interventi diretti sul territorio comunale . L’ietr è stato avviato. Il comune di Villanova del Ghebbo dal 9 settembre fino al 9 ottobre è pronto a ricevere le manifestazioni di interesse relative alle previsioni per la formazione della quarta variante al Piano degli interventi. Le istanze dovranno pervenire entro e non oltre il 09 ottobre esclusivamente all’ufficio protocollo del comune a mezzo posta all’indirizzo Via Roma n. 75 45020 Villanova del Ghebbo, via pec all’indirizzo info-comunevillanova@legalmail.it oppure con la consegna a mano presso gli uffici comunali nei seguenti orari il Lunedì e mercoledì dalle 9,30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.30 oppure giovedi e venerdi dalle 9.30 alle 12.30.

Dopo la raccolta delle istanze sarà il turno del Sindaco chiamato a predisporre il documento in cui sono evidenziati, secondo le priorità, le trasformazioni urbanistiche, gli interventi, le opere pubbliche da realizzarsi nonché gli effetti attesi e lo illustrerà presso la sede del comune nel corso di un apposito consiglio comunale. Poi sarà il consiglio comunale ad approvare il piano degli interventi dopo aver attuato forme di consultazione, di partecipazione e di concertazione con altri enti pubblici e associazioni economiche e sociali eventualmente interessati. Entro otto giorni dall’adozione, il piano è depositato a disposizione del pubblico per trenta giorni consecutivi presso la sede del comune decorsi i quali chiunque può formulare osservazioni entro i successivi trenta giorni. Dell’avvenuto deposito è data notizia mediante avviso pubblicato nell’albo pretorio del comune e su almeno due quotidiani a diffusione locale. Dopo sessanta giorno successivi alla scadenza del termine per la presentazione delle osservazioni il consiglio comunale decide sulle stesse ed approva il piano. “siamo pronti e disponibili per accogliere le istanze che saranno valutate nell’ottica di valorizzare il territorio e promuoverne lo sviluppo economico e sociale ”chiosa il Sindaco Gilbetrto Desiati “siamo pronti e disponibili per accogliere le istanze che saranno valutate nell’ottica di valorizzare il territorio e promuoverne lo sviluppo economico e sociale ”.

Articolo di Mercoledì 23 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it