Condividi la notizia

POLITICA ADRIA

Barbierato: "Spinello confonde atti con documenti di lavoro"

Il sindaco di Adria chiede maggiore attenzione e di abbassare i toni al consigliere comunale Sandro Gino Spinello sulla questione che riguarda l'impianto Ca' Cima di via Domenico Sampieri (Rovigo)

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - "Il consigliere di opposizione Sandro Gino Spinello dovrebbe moderare i toni per due motivi: il primo per quanto riguarda le accuse gratuite prive di fondamento e il secondo motivo perché stupisce la sua errata interpretazione dei documenti relativi alla questione di Ca' Cima". Così nuovamente il sindaco Omar Barbierato sul bando che riguarda la gestione dell'impianto sportivo, parco e bar di Ca' Cima (zona Coop) in via Domenico Sampieri (LEGGI ARTICOLO). 

"Un esponente politico navigato come lui, che confonde atti con documenti di lavoro non ancora approvati dalla giunta, si fa fatica a credere che non ne conosca la differenza dopo tanti anni di amministratore-puntualizza il sindaco Barbierato – in un precedente comunicato, avevo spiegato che i rallentamenti della macchina comunale erano dovuti ad una rimodulazione del lavoro dei dipendenti comunali in tempi di Covid, e per questo, con la delibera del 26 febbraio scorso venivano soltanto forniti indirizzi al dirigente del settore” (LEGGI ARTICOLO).

“Per prassi, gli atti d’ufficio, quali il modello di bando e relativi allegati sono conservati all’ufficio patrimonio e non sono stati approvati, pertanto  ciò che dichiara  l’opposizione, quando afferma  che il modello di bando sia stato in qualche modo approvato, validato o reso efficace dalla giunta, non risponde al vero. I documenti del progetto del servizio di gestione dell’impianto sportivo sono in fase di elaborazione da parte del dirigente comunale e dei suoi collaboratori”. 

“Una volta definito il progetto di gestione, che prevederà la relazione, lo schema di contratto, il quadro economico, il capitolato speciale/prestazionale e il piano economico finanziario, farà seguito la delibera di giunta. A seguito dell’approvazione da parte della giunta, il dirigente di settore darà seguito alla determina a contrarre, che approverà il bando, per poi dare avvio alla fase di gara di appalto per l’affidamento della gestione dell’impianto sportivo di Ca' Cima". "Questa amministrazione lavora nella massima trasparenza e nel rispetto delle normative vigenti". Conclude il primo cittadino.
Articolo di Giovedì 24 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it