Condividi la notizia

POLITICA LENDINARA

I Sambinello chiedono alla maggioranza se Viaro è stato bravo

Non sarà discussa nel prossimo consiglio comunale del 29 settembre la mozione presentata dai due consiglieri per verificare lo stato dell'arte dei lavori di sindaco e assessori

0
Succede a:

LENDINARA (ROVIGO) – Alternativa civica non usa mezzi termini e nel corso di una conferenza stampa organizzata sabato mattina al Caffè Grande con alcuni attivisti, accusa il Sindaco ed il suo apparato di mascherare l’immobilismo e la crisi strisciante della sua giunta, censurando le mozioni della minoranza o facendole slittare per svuotarne il significato. 

Alternativa civica, che pure dai banchi dell'opposizione ha dimostrato disponibilità a collaborare sui grandi temi (ambiente, emergenza Covid-19 ecc.), invece non ci sta più e alza la voce, dopo la riunione dei capigruppo di martedì scorso, in cui è stato deciso che nella seduta del consiglio comunale del 29 settembre non sarà discussa la mozione presentata dal gruppo di minoranza. 

"Abbiamo chiesto un voto, nel prossimo consiglio, sull'operato di ogni assessore e ci è stato negato perché avrebbe messo in luce la verità: una maggioranza spaccata e una giunta sostanzialmente immobile, tant'è che dopo mesi manca ancora il bando per gli aiuti alle imprese colpite dall'emergenza" dicono i due fratelli Sambinello, Federico e Denis. Vista dall'altra parte, c'è una richiesta della minoranza che giustifica il rimpasto di giunta, dando una parvenza di operazione "qualità", quando invece il problema è di "quantità"di mani alzate della maggioranza. Il rimpasto ci sarà, a volerlo è la maggioranza per garantire la tranquillità dei numeri, ma sarà la maggioranza a gestire la cosa (LEGGI ARTICOLO)

Nella mozione, anche alla luce del rimpasto di Giunta prospettato, si chiedeva a sindaco e assessori un rendiconto sull'attuazione delle linee programmatiche e ai consiglieri un voto di approvazione o meno per l'operato di ogni singolo assessore, ai sensi dello statuto comunale prevede all'articolo 14 che ogni anno, entro il 30 settembre, si verifichi l'attuazione delle linee programmatiche. Aspetto questo che lascia un poco perplessi, visto che l'amministrazione ha poco più di un anno e da otto mesi sul mondo intero sta imperversando e bloccando le attività di ogni amministrazione il pericolo del contagio da Coronavirus.

"Il segretario comunale ci ha confermato che la mozione è legittima - dice Denis Sambinello - ma con un colpo di mano, nella conferenza dei capigruppo Federico Amal, referente di Iniziativa civica dei moderati, sostenuto dalla leghista Francesca Tonello, ha chiesto il rinvio della mozione alla seduta successiva adducendo motivazioni inconsistenti e pretestuose". Alternativa civica ritiene il fatto grave e funzionale allo svilimento della mozione e per renderla obsoleta. "La nostra mozione - dichiarano - avrebbe evidenziato l’immobilismo della Giunta e la spaccatura nella maggioranza". Secondo Alternativa civica non tutti i consiglieri approvano l'operato di alcuni assessori, come quelli assenti cronici nelle commissioni e in Consiglio. Insomma c’è una gestione decisamente anomala del ruolo dei consiglieri delegati e conflitti interni fra e con alcuni assessori, di «fatto commissariati». Critica questa che evidentemente è rivolta in primis al sindaco Luigi Viaro, visto che la scelta della giunta e di avere dei consiglieri delegati è tutta in capo a lui.

"La nostra mozione ha colto nel segno – ha commentato Denis Sambinello – perché avrebbe messo in evidenza le crepe malcelate della maggioranza per questo, nonostante fosse già a protocollo e il segretario comunale avesse l’avesse dichiarata legittima, è stata tolta dall'ordine del giorno del prossimo consiglio in programma per il 29 settembre".

Federico Sambinello ha invece puntato il dito sul bilancio: "Abbiamo quasi un milione di euro di avanzo in bilancio e non sono utilizzati. Perché?". E ancora: "Hanno rinegoziato i mutui per aiutare le imprese ma del bando, approvato il 10 agosto dalla Giunta per essere poi pubblicato, ancora non c'è traccia". 

Malcontento, dunque, e perplessità sull’operato del Sindaco che i consiglieri di Alternativa Civica hanno ben illustrato, con l’intenzione dichiarata di non voler demordere: "Perché le crisi di maggioranza non vanno gestite nel sottoscala, vanno trattate con trasparenza". "Si' dalla maggioranza però - chiosano dal gruppo dei fedelissimi a Viaro - le crisi di maggioranza non vanno certo risolte allargando ad una minoranza in cerca di gratificazioni" visto che le accuse verso i Sambinello sono quelle di cercare un posto al sole. 

Infine un’altra denuncia dai due Sambinello: "Martedì si discuterà del Documento Unico di Programmazione, nel quale mancano tutte le indicazioni fornite dal consiglio comunale, le mozioni e le delibere anche proposte da consiglieri di maggioranza". 
"Spero che giovedì ci sia qualche presa di posizione anche dai consiglieri di maggioranza" ha auspicato Denis Sambinello.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Domenica 27 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it