Condividi la notizia

POLIZIA PENITENZIARIA

Carcere di Rovigo con pochi agenti [VIDEO]

Il tour del segretario nazionale della federazione sindacale Cosp, ha fatto tappa a Rovigo, Domenica Mastrulli ha incontrato il direttore presentando le istanze degli agenti 

0
Succede a:

ROVIGO - “Rovigo ha fatto parlare di sé in negativo numerose sono state le aggressioni agli agenti della Polizia Penitenziaria, questa mattina ho avuto un colloquio con il direttore del penitenziario, istanze che sono state recepite dall’amministrazione. Questo un carcere con una capacità di 200 detenuti, ce ne ritroviamo 250-290, e un personale al di sotto dell’organico previsto”.

Così Domenico Mastrulli, segretario nazionale della federazione sindacale Cosp, davanti al carcere di Rovigo lunedì 28 settembre, con Giuseppe Calefato della segreteria regione Puglia.

Critiche vengono mosse sulle condizioni di lavoro degli appartenenti al comparto sicurezza e difesa della Polizia penitenziaria in servizio nel nuovo complesso di Rovigo, carcere, aperto con pochi uomini e donne dell’ex casa circondariale di via Verdi, e riempito di detenuti nonostante conosciuta la discutibile scarsa forza numerica degli organici, con turni di lavoro da 8 e 10 ore continuative, rendendo critica la qualità della vita lavorativa e personale degli operatori.

”Siamo poliziotti, non carne da macello per galeotti”,  4.400 aggressioni contro gli agenti  negli istituti di pena della Repubblica, evasioni, tentativi di evasione, sommosse e rivolte, 137 suicidi in 20 anni e 207 negli ultimi anni, 6 solo nei primi mesi, dà il termometro di una situazione critica nelle prigioni italiane dove i veri prigionieri e i torturati, non sono i detenuti, ma le donne e gli uomini di un corpo di polizia con solo  35.000 unità con una carenza di 13.000 unità, ma il Ministro della Giustizia Bonafede, con i suoi sottosegretari di Stato  sembrano distratti sulla penitenziaria”.

 

 

Articolo di Lunedì 28 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it