Condividi la notizia

SPORT

Doppio titolo italiano per Nicola Marchetto nella canoa velocità

Nicola Marchetto, nato a Badia Polesine (Rovigo), conferma di essere sempre tra i primi in Italia e mostra di sapere viaggiare sulle acque senza limiti e senza barriere per la disabilità

0
Succede a:

LENDINARA (Rovigo) - Grande soddisfazione per Nicola Marchetto già triplo Vice Campione Italiano di Paracanoa Velocità e di Fondo 2019, categoria DIR A ed ora oro ai Campionati Italiani di canoa velocità e paracanoa per le categorie ragazzi, junior, senior e under 23, svolti all’Idroscalo di Milano. Oltre a migliorare il tempo sulla distanza, dunque, fa sua la medaglia d’oro e il titolo di campione italiano, sbaragliando la concorrenza. Nell’ultima giornata di gare dedicata alla lunga distanza. Nicola Marchetto termina la gara al secondo posto, ma a questo punto è solo un dettaglio.

In questo modo Nicola Marchetto conferma di essere sempre tra i primi in Italia e mostra di sapere viaggiare sulle acque senza limiti e senza barriere per la disabilità.

Nato a Badia Polesine il 13 gennaio 1990 con una disabilità intellettiva, vive a Lendinara ed è un ragazzo tranquillo, simpatico e molto sveglio “…come tutti noi ha anche dei limiti che, grazie alla famiglia e grazie al mondo che lo circonda, impara a superare sempre con più facilità”.

Nicola ha incominciato ad avvicinarsi al mondo dello sport fin da bambino, inserendosi nei corsi di nuoto per imparare a praticare uno sport, abitudine salutare per la crescita di ogni ragazzo. Lezione dopo lezione, giorno dopo giorno, acquisendo sempre di più padronanza delle nuove capacità e con l’avvento di nuove sensazioni positive, passerà dai corsi al nuoto agonistico e, con una preparazione specifica, una grande dose d’impegno e un miglioramento.

Ha iniziato con l’atletica leggera poi, per tanti anni, si è dedicato al nuoto ottenendo ottimi risultati, e infine, provando insieme a un amico una nuova attività sportiva, ha incontrato la canoa. L’esperienza è incominciata al Canoe Rovigo, società di canoa rodigina con sede lungo l’argine del Canal bianco, che da sempre cerca di promuovere l’educazione sportiva in cui all’attività fisica, si unisce all’integrazione, all’accoglienza e all’accettazione. L’avventura con la pagaia è iniziata nell’anno 2013. Da quel momento Nicola ha percorso in canoa più di 2.500 chilometri. Si allena con costanza presso il Centro Nautico Remiero del Canoe Rovigo ad Arquà Polesine, dove ha fatto una eccezionale collezione di medaglie. Contando soltanto le gare di livello nazionale, 3 volte si è classificato al primo posto assoluto, 10 volte ha vinto il titolo di Vice Campione Italiano, 6 volte ha chiuso la gara in terza posizione.

A causa della recente pandemia coronavirus e della sospensione delle manifestazioni agonistiche, l’esordio con la nuova maglia del Centro Canoa Beppe Mazza di Pontelagoscuro presieduto da Adriano Giglioli arriva soltanto ai Campionati Italiani di canoa velocità, svoltisi a Milano nel fine settimana del 10-13 settembre.

Grazie allo sport si può acquistare la sicurezza, entrare in contatto con tante persone, imparare il rispetto per gli altri, imparando a perdere anche dalle sconfitte, benché qualsiasi campione gareggi comunque con un obiettivo: vincere.

Se quella d’oro è davvero una grande soddisfazione, la medaglia più importante è quella dell’autonomia.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Martedì 29 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it