Condividi la notizia

LAVORO

Primo giorno di lavoro per i 14 neodiplomati assunti da E-distribuzione

I 14 giovani sono destinati in tutte le province del Veneto, in particolare 2 presso la Zona di Belluno-Treviso; 4 a Verona-Vicenza; 4 a Padova-Rovigo e 4 a Venezia

0
Succede a:

VENEZIA –  Primo giorno di lavoro per i 14 giovani neodiplomati del Veneto assunti da E-Distribuzione con contratto di apprendistato professionalizzante per 36 mesi.

Dopo un periodo di formazione con didattica in parte in presenza ed in parte a distanza, le nuove risorse hanno raggiunto le proprie Unità di destinazione dove hanno cominciato un intenso periodo di affiancamento della durata di 5 settimane che li condurrà al prossimo modulo formativo.

I 14 giovani sono destinati in tutte le province del Veneto, in particolare 2 presso la Zona di Belluno-Treviso; 4 presso la Zona di Verona-Vicenza; 4 presso la Zona di Padova-Rovigo e 4 presso la Zona di Venezia.

Nelle scorse settimane i giovani diplomati avevano sviluppato le proprie competenze teoriche e tecnico-pratiche presso il  Centro Addestramento Operativo (CAO) di Scorzé (Ve), un vera e propria scuola di alta specializzazione realizzata da E-Distribuzione per assicurare al personale un costante aggiornamento su tutti gli aspetti fondamentali della propria professione.

I giovani saranno ora affiancati alle squadre di tecnici per sviluppare anche nella pratica le nozioni acquisite. Una parte fondamentale della struttura sul campo sarà dedicata al lavoro in sicurezza e allo svolgimento delle attività in totale coordinamento con gli altri ambiti operativi.

“Le competenze tecniche – ha sottolineato Roberto Zanchi, responsabile per l’Area Nord della Società del Gruppo Enel che gestisce la rete a media e bassa tensione – sono fondamentali per svolgere correttamente le attività caratteristiche di E-Distribuzione.  Ora il nostro impegno è orientare il loro entusiasmo e le loro energie in un contesto lavorativo, talvolta complesso per le condizioni in cui siamo chiamati ad operare. Il prossimo periodo di convivenza con colleghi più anziani e di grande esperienza sarà fondamentale per trasferire anche nei neoassunti l’attenzione per il cliente e la passione per una lavoro in team all’insegna della sicurezza.”

Articolo di Martedì 29 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it