Condividi la notizia

SCUOLA

Accorpamento degli istituti scolastici, per l’opposizione c’è poco da esultare

Per Tiziana Virgili non ci saranno benefici dall'accorpamento degli istituti comprensivi di Fratta Polesine e Costa di Rovigo, anzi

0
Succede a:
Giuseppe Tasso e Tiziana Virgili

FRATTA POLESINE (Rovigo) - Il Sindaco di Fratta Polesine, Giuseppe Tasso, aveva accolto con soddisfazione la notizia del rigetto del ricorso dell’opposizione, sull’accorpamento degli istituti comprensivi di Fratta Polesine e Costa di Rovigo (LEGGI ARTICOLO), ma l’opposizione non ci sta.

“È bello vedere un sindaco soddisfatto delle sue decisioni - commenta Tiziana Virgili, capogruppo "Insieme per Fratta"  peccato che queste coinvolgano una comunità per nulla in accordo con queste. L'allusione è chiaramente all'enfasi con cui la giunta di Fratta ha annunciato il risultato del ricorso al Consiglio di Stato (e non al Presidente della Repubblica) presentato dal gruppo consigliare di minoranza relativo all'accorpamento degli istituti comprensivi di Fratta Polesine e Costa”.

“Decisione presa ad appena 3 mesi dall'insediamento, sulla scorta di chissà quale invaghimento o infatuazione, senza consultare nessuno. È vero che un'amministrazione può decidere in piena autonomia, ma è anche vero che una comunità può avvalersi degli strumenti di partecipazione previsti dallo Statuto comunale. E la petizione popolare è uno di questi; petizione che prevede passaggi ben precisi, regolarmente disattesi dall'amministrazione, nonostante numerosi richiami anche nel corso di un consiglio comunale aperto, sempre richiesto dalla minoranza. Da qui il ricorso all'Organo di giustizia superiore”. 

“Forse prima di esaltarsi il sindaco Tasso - sottolinea Tiziana Virgili, capogruppo "Insieme per Fratta" - dovrebbe fare una seria analisi dei "presunti" benefici scaturiti da una scelta tanto importante, come del resto sa tante altre "sue migliorie". Di sicuro il suo entusiasmo si smorzerebbe. 

Per inciso, poi, ricordiamo a Tasso che le scuole medie hanno sempre avuto  2 sezioni, ridotte poi per il calo delle nascite, fino ad arrivare allo scorso anno scolastico dove con difficoltà si è riusciti ad avere una prima. Come gruppo consigliare siamo orgogliosi e convinti del ricorso fatto, che peraltro rifaremmo in circostanze analoghe, perché non tutte le decisioni che riguardano una comunità possono essere adottate con la leggerezza della superbia”.

 

Articolo di Mercoledì 30 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it