Condividi la notizia

CONTAGIO COVID-19

Luca Bellotti Covid-19 positivo. "Il Coronavirus esiste, proteggiamoci"

L'ex parlamentare polesano in isolamento nella sua abitazione a Trecenta. Ha contratto l'infezione ad un pranzo nel fine settimana a Roma in compagnia di politici risultati positivi

0
Succede a:
TRECENTA (Rovigo) - Luca Bellotti è postivo al Coronavirus. Il responso l'ha avuto nel pomeriggio odierno dopo essersi volontariamente sottoposto a tampone, appena venuto a conoscenza che un commensale di due incontri a Roma, nel fine settimana appena trascorso, è risultato positivo all'infezione Covid-19 con evidente sintomatologia.

"Siamo stati seduti fianco a fianco prima, e poi a tavola al ristorante a Roma - conferma Bellotti - Mi sono prima posto in isolamente volontariamente, appena saputo della sua positività, poi il tampone ha confermato il mio contagio. Sto abbastanza bene, nulla che, al momento, un medico di base non possa seguire, sto ricostruendo i contatti avuti tra lunedì e martedì per evitare di contribuire al contagio, nel mio amato Polesine, del Coronavirus importato dalla capitale. Sono ovviamente dispiaciuto.

Questo Coronavirus è una infezione che deve essere umanizzata, a cui se c'è bisogno di dare una faccia. Mi presto volentieri a mettercela in quanto può capitare a tutti di contrarla e la salute pubblica viene prima di tutto. Ho preso il Coronavirus probabilmente passando alcune ore con un ex collega parlamentare nella capitale, senza fare nulla di strano. Dobbiamo stare attenti, io avrei dovuto prestare maggiore attenzione, ma vi assicuro che non mi sono comportato come uno sprovveduto. La mia positività conferma solo che ci vuole impegno, mascherina correttamente indossata, mani lavate di frequente, rispetto delle distanze".

Impossibile evitare di parlare di politica con Luca Bellotti, più volte consigliere regionale e deputato, presidente della commissione Agricoltura alla Camera e Sottosegretario di Stato: "la legge regionale per la composizione del consiglio, calata sulla provincia di Rovigo è scandalosa. Impossibile pensare ad una giusta rappresentanza senza garantire spazio alla minoranza, e con un numero pari di seggi a disposizione. Penso ad un 2+1 sicuro sempre e comunque per i territori piccoli come Rovigo e Belluno, poi le proporzioni di maggioranza verranno garantite da quei collegi più grandi che eleggono più consiglieri.
Faccio questa considerazione pensando al problema vissuto tra il 2015 ed il 2020, con due consiglieri regionali di minoranza, e quello che accadrà nei prossimi 5 anni, con due consiglieri dello stesso partito in due liste diverse. Una anomalia da correggere, a mio avviso".

Non solo legge regionale per Bellotti, contingente per il rinnovo del Consiglio dello scorso 21 settembre, ma soprattutto sicurezza idraulica: "è uno dei temi più importanti per la provincia di Rovigo. Deve essere e rimanere un argomento vitale, purtroppo la politica a cui assisto è completamente assente da anni anche se i disastri dovuti ai cambiamenti climatici, alle politiche di utilizzo del territorio ci sono tristemente famigliari.
Mi piacerebbe cominciare a sentire parole come riunione tra i soggetti interessati alla vigilanza, vorrei ricevere garanzie contro piene ed esondazioni, vorrei leggere un piano di escavazioni programmate per garantire le corrette profondità dei fondali dei rami del Po e delle lagune del Delta, invece leggo di opere bloccate o rimandate, o eseguite in emergenza, quasi per piaggeria politica dei nostri governanti verso gli ambientalisti".
Articolo di Mercoledì 14 Ottobre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it