Condividi la notizia

ECONOMIA

Cantiere navale Vittoria, l'assemblea dei soci nomina Paolo Duò nuovo presidente

Dopo 15 anni di guida della società Luigi Duò lascia la presidenza a favore del cugino Paolo, già direttore di produzione e project manager delle ultime importanti commesse

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - Cambio al timone del Cantiere Navale Vittoria. L’assemblea dei soci dell’azienda veneta specializzata nella progettazione e realizzazione di imbarcazioni militari, paramilitari, da lavoro, commerciali e da trasporto fino a 100 metri di lunghezza, ha nominato Paolo Duò nuovo presidente. Già membro dell’assemblea dei soci, direttore di produzione e project manager per numerose commesse, Paolo Duò succede a Luigi Duò che ha guidato l’azienda da oltre 67 milioni di euro di valore della produzione, 3 milioni e 400 mila euro di ebitda nel 2019 e circa 65 dipendenti, per 15 anni.
 
La scelta è motivata dalla volontà del board di assicurare un’alternanza trai i suoi membri alla guida dell'azienda sempre nel segno della continuità generazionale. L’assemblea dei soci risulta quindi così composta: Paolo Duò, Presidente, Massimo Duò, Vicepresidente, Luigi Duò, Antonio Duò e Roberto Duò.
 
“Con orgoglio proseguiremo il lavoro sin qui portato avanti da mio cugino Luigi - commenta il neo presidente Paolo Duò - Lo ringrazio per l’impegno, la dedizione e la passione con cui ha condotto l’azienda di famiglia negli anni fino a farla diventare, con estrema lungimiranza e grazie al lavoro di tecnici e maestranze, un punto di riferimento nazionale e internazionale nella cantieristica navale militare e civile. Sebbene il periodo storico che stiamo vivendo, a causa della emergenza sanitaria in corso, sia particolarmente complesso, siamo sicuri che l’avventura intrapresa quasi un secolo fa dal nostro fondatore continuerà a vele spiegate verso nuove sfide”.

Paolo Duò, adriese, classe 1962, si appassiona fin da piccolo al mondo nautico e all'arte della costruzione navale. A soli 18 anni inizia a lavorare nell’azienda di famiglia apprendendo tutti i dettagli delle fasi produttive. L’esperienza maturata sin qui lo porta a diventare direttore di produzione e project manager. I numerosi contatti con clienti internazionali in diversi paesi del mondo gli permettono di arrivare a seguire anche il settore commerciale insieme al cugino Fabio.
Articolo di Giovedì 15 Ottobre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Per approfondire

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it