Condividi la notizia

VOLONTARIATO

Gemellaggio dell’Avis Lendinara con l’Avbs di Rocca Pietore

La solidarietà espressa nell’occasione della tempesta Vaia da parte delle associazioni di Lendinara (Rovigo) denota l’affermazione dello spirito di comunità diffusa, al gemellaggio era presente anche il Sindaco Viaro

0
Succede a:

LENDINARA (Rovigo) – Sabato 10 ottobre l’Avis ‘Gino Favaro’ di Lendinara, che aveva a suo tempo fatto da capofila con altre benemerite associazioni locali per la raccolta fondi in favore del comune di Rocca Pietore martoriato nel 2018 dalla tempesta Vaia, ha stipulato un gemellaggio con l’Associazione Bellunese Volontari del Sangue (Abvs) – sezione di Laste. Alla trasferta ha partecipato una delegazione comunale di Lendinara, guidata dal sindaco di Lendinara Luigi Viaro che ha incontrato con un simpatico scambio di doni il sindaco Severino Andrea De Bernardin e l’amministrazione di Rocca Pietore. Naturalmente c’erano i rappresentanti delle due associazioni, il presidente provinciale dell’Avis di Rovigo Barbara Garbellini, il presidente provinciale di Abvs Belluno Gina Bortot e numerosi volontari impegnati a portare avanti un progetto comune di collaborazione nel volontariato.

È stato il consigliere Avis Bruno Pettini a riferire della trasferta bellunese che ha suggellato con tanto di scambio di pergamene un percorso di reciproca conoscenza nato nel segno della solidarietà lendinarese. “Costruire rapporti aperti allo scambio culturale con le altre comunità, fa parte della nostra vita associativa” ha dichiarato Pettini.

La cerimonia, con lo scambio delle pergamene, si è svolta nella sala ‘El Teaz’ del Comune del paese bellunese che, col Serrai di Sottoguda, dal 2016 fa parte dei borghi più belli d’Italia. Alla delegazione lendinarese è stato donato “l’albero dell’amore” (una pregevole scultura in ferro battuto), mentre l’Amministrazione di Lendinara ha donato un orologio della premiata vetreria Tomanin con gli stemmi dei due comuni ed i loghi delle due associazioni.

Il sindaco Luigi Viaro ha commentato l’evento affermando che “La solidarietà espressa nell’occasione della tempesta Vaia da parte delle associazioni lendinaresi, denota l’affermazione dello spirito di comunità diffusa da noi perseguito e che si manifesta nel concetto del dono e della riconoscenza; due concetti che l’attuale pandemia ha rafforzato facendoci capire che tutti abbiamo bisogno degli altri e che nessuno può fare da solo”.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Venerdì 16 Ottobre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it