Condividi la notizia

ECONOMIA

La Cantiere navale Vittoria si dedica al lusso: super yacht da 50 metri per inaugurare la divisione

Il nuovo brand Vittoria Yachts applica la secolare esperienza nella costruzione navale militare e civile dell'azienda di Adria (Rovigo) alle imbarcazioni di lusso. Primo progetto lo yacht Explorer ideato da Hydro Tec

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - L’esperienza centenaria della famiglia Duò nella costruzione di unità militari e paramilitari trova nuova applicazione nel settore delle imbarcazioni di lusso: Cantiere Navale Vittoria lancia Vittoria Yachts, la nuova divisione dedicata alla progettazione e realizzazione di yacht in grado di declinare la capacità produttiva e il know how maturato in quasi un secolo di attività e oltre 870 unità consegnate verso un nuovo segmento di mercato, quello della nautica di lusso e del luxury yachts. 
A guidare Vittoria Yachts sono Paolo Duò, Presidente del Cantiere navale Vittoria, e Michele Zorzenon, amministratore delegato della nuova divisione. Ad affiancarli la quarta generazione della famiglia Duò che dal 1927 è al timone dell’azienda veneta, oggi affermato player italiano e un punto di riferimento internazionale nella cantieristica navalmeccanica.


Vittoria Yachts presenta tre linee di prodotto: Explorer, Support Vessel e Custom Vittoria.
La linea di yacht Explorer, per la quale Vittoria Yachts si avvale della partnership con Hydro Tec di Sergio Cutolo, comprende imbarcazioni di lusso con caratteristiche di derivazione militare tali da consentire la navigazione per lunghi periodi a qualsiasi condizione meteo marina ed effettuare crociere in totale autonomia e salvaguardia dell’ambiente. 
L'esperienza nella produzione di decine di pattugliatori costieri, diving vessels e supply vessels in navigazione nel Mediterraneo si esprime nella linea Support Vessel, realizzata in collaborazione con Mattia Polverari, che concentra le più moderne tecnologie navali in piattaforme solide e durature, per essere un costante supporto ai moderni giga yacht. Il risultato è la realizzazione di imbarcazioni eleganti, performative e capaci di garantire il massimo comfort di bordo. 

Completa il portafoglio la linea Custom Vittoriasi tratta di imbarcazioni su misura, caratterizzate da forte personalizzazione estetica e delle forme grazie al design che rende questi prodotti originali e unici. È attualmente in fase di costruzione un'imbarcazione di 26 metri che rispecchia pienamente la filosofia costruttiva di Vittoria, per quello che sarà un ideale ponte fra esperienza nel settore militare e creatività applicata allo yachting.

Il primo progetto preliminare proposto da Vittoria Yachts e firmato Hydro Tec è il Bow Sprit della linea Explorer lungo poco più di 50 metri e con una stazza al limite delle 500 Grosse Tonnage. Pensato per lunghe navigazioni e per il charter, il Bow Sprit si distingue per la caratteristica delfiniera di prua che dà il nome al progetto.
 
Dalle linee decise e dal profilo che richiama quello di una nave da pesca con le estensioni diagonali ai corrimani in gomma lungo i lati, tipici delle imbarcazioni da lavoro, lo yacht offre un’originale distribuzione degli spazi aperti che possono essere agevolmente convertiti in funzione delle necessità del momento. Il progetto prevede una grande piscina situata all’estrema poppa che costituisce il fulcro della zona “Beach Club”, una seconda piscina, situata sul ponte più alto, per l’intrattenimento degli ospiti per le lunghe navigazioni e una grande “coffa” situata al di sopra dell’Hard Top per una visuale a 360 gradi. Il layout si sviluppa su 5 o 6 cabine offrendo ampi spazi alla zona equipaggio che ospita 8 membri più il comandante. Il tender è ospitato in un garage sottocoperta con portellone laterale per il varo, una soluzione che consente un isolamento ancora più efficace per le cabine ospiti rispetto alla sala macchine. Un peculiare aspetto è rappresentato dai tender posizionati a metà nave sul piano inferiore, a cui è possibile accedere tramite le scale su entrambi i lati del ponte principale. Gli spazi sono destinati ad essere utilizzati come “giardino d’inverno”, spazio apribile o chiudibile grazie a pannelli di scorrimento in vetro. La timoneria è disegnata con una “walk-around” console e un divano anteriormente per poter osservare nella sua pienezza il panorama. Da sottolineare il sun deck con tutto il necessario per i momenti di convivialità, mentre una seconda piscina è sormontata da una coffa o dal piano di osservazione. Spinto da motori MTU 16V2000M61, lo yacht può raggiungere una velocità massima di 16 nodi, una velocità di crociera di 14 nodi e un’autonomia maggiore di 6.000 miglia nautiche ad una velocità economica di 10 nodi.
 
Vittoria Yachts rappresenta un nuovo e importante traguardo per la nostra azienda - dichiara Paolo Duò, presidente del Cantiere navale Vittoria - forti dei risultati raggiunti e dei riconoscimenti nazionali e internazionali ottenuti in quasi cento anni di impegno e dedizione nella fornitura di imbarcazioni per Guardia Costiera, Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza e Marina Militare del nostro Paese e nelle numerose commesse internazionali da paesi come Malta, Cipro, Libia, Croazia, Slovenia, Tunisia, Algeria, Russia e Romania, solo per fare alcuni esempi, abbiamo deciso di investire nel luxury garantendo il mantenimento degli stessi standard qualitativi e la stessa capacità di coniugare innovazione e tradizione artigianale. Per questa nuova sfida abbiamo deciso di estendere la nostra presenza oltre il territorio di riferimento. Stiamo, infatti, lavorando - conclude Duò - alla creazione di un nuovo hub produttivo a Monfalcone dedicato principalmente al completamento degli yacht e che sarà attivo nel 2021”.

Il nuovo polo di Monfalcone si estende su circa 20.000 m2 in proprietà e ulteriori 13.000 m2 in concessione demaniale ed è preposto all’allestimento, alla consegna e all’assistenza invernale degli yacht nonché al completamento di tutte le unità costruite dal Cantiere navale Vittoria. Il progetto prevede un restyling dell’intera area con la realizzazione di banchine, bacini di costruzione coperti da capannoni e un potenziamento delle capacità del Cantiere attraverso la creazione di un ulteriore hangar. Tutta l’area, oltre alla realizzazione delle opere di allestimento e finitura dei superyachts, verrà adibita al refitting di navi e yacht fino a 70 metri

Le imbarcazioni militari e paramilitari di casa Vittoria possiedono specifiche tecniche che eguagliano o addirittura superano quelle della maggior parte dei superyacht” - afferma Michele Zorzenon, di Vittoria Yachts - "Con la nostra lunga storia, le nostre competenze e gli importanti investimenti in ricerca e sviluppo, insieme alla proprietà, abbiamo ritenuto che fosse arrivato il momento di trasferire tutta la nostra competenza e professionalità nella costruzione di yacht. Il nuovo brand avrà una sua forte personalità e siamo sicuri che, anche grazie a partner riconosciuti e di valore, riuscirà a offrire soluzioni su misura per rispondere ai desideri di tutti i clienti”.
 
Articolo di Martedì 20 Ottobre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it