Condividi la notizia

EVENTI

Lingue in Fiera su Zoom e non più in presenza

Un’iniziativa che si inserisce nell’ambito delle manifestazioni dell’Ottobre Rodigino, inizialmente l’evento era previsto in Gran Guardia a Rovigo il 24 ottobre dalle 15 e 30, ma si è deciso di utilizzare la piattaforma digitale 

0
Succede a:

ROVIGO - In una società sempre più multiculturale e plurilingue in cui la mobilità degli individui, sia fisica, sia virtuale, ha raggiunto livelli impensabili fino anche a soli pochi decenni fa, l’incontro e il confronto con lingue e culture diverse sta assumendo un’importanza sempre maggiore. 

È da questa consapevolezza che nasce Lingue in Fiera, un’iniziativa che si inserisce nell’ambito delle manifestazioni dell’Ottobre Rodigino, quest’anno giunto alla sua 538° edizione. Le lingue in Fiera, che si terrà sabato 24 ottobre alle 15.30 in sala Gran Guardia (ma in diretta sulla piattaforma Zoom LINK, ideata e diretta da Matteo Santipolo (professore ordinario di Didattica delle lingue moderne presso l’Università di Padova), è organizzata dal Comitato di Rovigo della Società Dante Alighieri, con Mirella Rigobello come presidente, e dalla sezione di Rovigo dell’Associazione Nazionale Insegnanti Lingue Straniere (Anils) presieduta da Benedetta Garofolin. L’iniziativa gode anche del patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune di Rovigo, del Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari dell’Università di Padova, della Società Italiana di Didattica delle Lingue e Linguistica Educativa (Dille) e dell’Accademia dei Concordi di Rovigo. 

In occasione della terza edizione dell’iniziativa, intitolata quest’anno “La lingua come ponte socioculturale: dalle terze pagine al plurilinguismo”, che si terrà sabato 24 ottobre 2020, interverranno il professor Andrea Lombardinilo, professore associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università degli studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara, che tratterà il tema “La lingua della Terza pagina: comunicazione e informazione” per riflettere sull’evoluzione del giornalismo culturale in Italia nell’ultimo secolo, e il professor Marco Mezzadri, professore ordinario presso l’Università degli Studi di Parma, che nella sua presentazione “Crescere con due o più lingue. Tra miti e realtà” affronterà la questione del plurilinguismo considerato anche da un punto di vista storico, cognitivo, educativo e politico. 

Durante l’evento verrà anche consegnata alla vincitrice Angela Scorzoni la borsa di studio promossa dal Comitato di Rovigo della Società Dante Alighieri e sponsorizzata dalla clinica odontoiatrica dei dottori Leonello Biscaro e Paola Poggio di Adria (RO). 

L’incontro inizialmente era aperto a tutta la cittadinanza, ma poi si è deciso di utilizzare la piattaforma Zoom in ottemperanza al nuovo Dpcm. 

 

 

 

Articolo di Giovedì 22 Ottobre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it