Condividi la notizia

SANITA’

Sicurezza in Ospedale, l’Ulss rassicura i sindacati

Dopo la denuncia dell’aggressione degli operatori dell’Ospedale di Rovigo, l’azienda specifica che in Pronto Soccorso è attiva una guardia armata, come anche all’ingresso della Struttura durante la notte

0
Succede a:

ROVIGO - Il caso dell’aggressione in Ospedale denunciato dalla Cgil di Rovigo (LEGGI ARTICOLO) non è l’unico. Pochi giorni fa un paziente, arrivato in Pronto Soccorso dell’Oc di Rovigo per un incidente stradale, è stato poi accompagnato da Medico, Infermiere e Oss in Radiologia per eseguire la diagnostica necessaria. 

Durante l’esame, lo stesso paziente, ha aggredito gli operatori sanitari presenti con gravi minacce, frasi ingiuriose, minacce di morte, aggressione fisica e contaminazione volontaria degli operatori con il proprio sangue. Solo l’intervento della pubblica sicurezza ha riportato una situazione di sicurezza. 

L’Ulss 5 Polesana risponde alle sollecitazione della segreteria della Fp Cgil Rovigo, che chiede maggiore sicurezza per gli operatori sanitari “È attiva una guardia armata H24 presso il Pronto Soccorso di Rovigo, attiva una guardia armata notturna nell’ingresso dell’Ospedale dalle 20 alle 8. Dal lunedì al sabato mattina è attivo il posto di Polizia. Ad Adria e Trecenta è attiva la guardia armata notturna”.

Articolo di Sabato 24 Ottobre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it