Condividi la notizia

1000 MIGLIA CASTELMASSA

La 1000 miglia è entrata in Polesine da Castelmassa

Tante le auto che hanno sfilato nel territorio di Castelnovo Bariano e Castelmassa (Rovigo), una bella soddisfazione per tutto il l'alto Polesine che ha visto passare una delle sfilate storiche d'auto d'Italia

0
Succede a:
CASTELMASSA (Rovigo) - Nonostante la pandemia montante da covid, la 38 a rievocazione storica 1000 Miglia 2020, Mercedes Benz 1000 Miglia Challenge 2020, Ferrari tribute to 1000 Miglia, entrata in Polesine giovedì pomeriggio  22 ottobre lungo la regionale 482 Eridania, ha avuto successo. I partecipanti nella prima tappa sono partiti da Brescia il mattino per poi toccare il lago di Garda (Desenzano-Sirmione), a seguire Villafranca, Mantova, Melara, Occhiobello e Ferrara, Ravenna, per concludere la giornata a Cervia-Milano Marittima.

Oltre 300 i partecipanti italiani e stranieri su auto d'epoca e attuali come Abarth, Alfa Romeo, Arnolt Bristol, Aston Martin, Austin Healey, Bently Bugatti, Cistalia, Ferrari, Fiat, Fiat Lancia, Ford, Jaguar, Lancia, Maserati, Mercedes Benz, Mg, Om, Osca, Porsche, Triumph, Zagato, Volkswagen, fra le altre marche.

Il sindaco di Castelnovo Bariano Massimo Biancardi ha osservato che: "Sul tracciato nel nostro territorio tutto si è svolto tranquillamente, ciò grazie alla sorveglianza del servizio civile coordinato da Galliano Ferioli, in sintonia con i tutori dell'ordine".

La prima sosta polesana dei piloti è stata l'area di servizio Rosta Agip gestita da Loris Baschirotto. "Molta la gente, da noi e sulla strada, i piloti sono passati fra le 15.30 e le 19.30, letteralmente occupando i nostri vasti piazzali. E' dal 2000 che la 1000 Miglia si ferma qui per una sosta opportuna, ho notato allegria, voglia di stare insieme, disponibilità fra la gente e i piloti, un modo collettivo di demonizzare questo buio periodo. Un successo comunque."

La dipendente Diletta Poli ha aggiunto che: "Le macchine erano veramente bellissime, sia d'epoca che odierne, molti gli stranieri, specie tedeschi, pure gli italiani si sono fatti valere. Un grande evento, una festa popolare". Barbara Stefani, insieme alla collega Monia Agnesini, gestisce l'annesso bar al Rosta. Ci ha detto che: "I concorrenti hanno fatto rifornimento di carburante, usufruendo del servizio ristoro. Hanno apprezzato insieme agli spettatori la nostra porchetta in un clima sereno e cordiale. Tutto si è svolto nel massimoordine. Abbiamo lavorato senza sosta".
Articolo di Sabato 24 Ottobre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it