Condividi la notizia

CONTAGIO COVID-19

Covid-19: Nuovo decesso tra i pazienti del focolaio di Porto Viro, altri 30 positivi

Si segnalano 30 nuove positività al Covid-19 tra cui diversi operatori socio sanitari dell’Ulss 5 Polesana e tanti studenti. Aumentano i ricoverati, sono ben 28 i pazienti, 3 in terapia intensiva

0
Succede a:

ROVIGO - “Dobbiamo, purtroppo, segnalare il decesso di una persona, un uomo di 82 anni, residente in Basso Polesine, era stata ricoverato a Porto Viro per delle patologie pregresse; trasferito in Area Medica Covid di Trecenta dopo la scoperta della positività, la scorsa notte è deceduto. Alla famiglia vanno le mie condoglianze e quelle dell’Azienda”. Decesso numero 51 in Polesine, lo annuncia il dg dell’Ulss 5 Polesana, Antonio Compostella, un bollettino quello del 24 ottobre che evidenzia contagi da Covid-19 in ambito ospedaliero e scolastico.

Ben 30 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore (il bollettino è aggiornato alle 14 di sabato 24 ottobre), sono 902 da inizio epidemia. “La curva dei contagi è chiaramente in fase di crescita. L’alta numerosità dei contagi riscontrati è legata anche al maggior numeri di tamponi che eseguiamo. La prevalenza dei positivi è in età scolare o lavorativa; il contagio, quindi, spesso è legato alla quotidiana vita di relazione. Con l’aumento dei contagi aumentano i ricoveri e le forme cliniche più complesse; Abbiamo aperto a Trecenta il secondo modulo di Area Medica Covid. Comunque, nell’Ospedale di Trecenta, prosegue l’attività ordinaria senza limitazioni. La situazione è preoccupante ma non allarmante. Dobbiamo mantenere alto il livello di responsabilità e l’attenzione; queste sono le uniche armi che abbiamo oggi per interrompere la catena del contagio” commenta il Direttore Generale.

Secondo il bollettino del ministero della Salute in Italia sono 19.644 i nuovi casi individuati nelle ultime 24 ore, per un totale dall'inizio dell'emergenza che ha superato i 500mila contagiati (504.509). I tamponi effettuati sono 177.669, circa 4.300 meno di ieri. In aumento invece l'incremento delle vittime, 151 in un giorno (ieri erano 91) che portano il totale a 37.210.

Attualmente risultano 28 pazienti ricoverati in Polesine: 21 pazienti in Area Medica Covid a Trecenta (oltre a quelli segnalati ci sono stati due accessi di persone risultate positive nei giorni scorsi per peggioramento delle loro condizioni), 3 pazienti in Terapia Intensiva Covid a Trecenta (1 paziente trasferito dall’Area Medica Covid) e 4 in Malattie Infettive a Rovigo.

Risultano positive una operatrice della Comunità Alloggio di Taglio di Po, tre operatrici della Casa di Riposo “La Rosa dei Venti” di Rosolina e due operatrici e quattro pazienti (uno trasferito all’Ospedale di Trecenta) della Casa di Riposo “La Residence” di Ficarolo.

In tutte le altre Strutture residenziali extra ospedaliere del Polesine non si segnalano positività né tra gli ospiti né tra gli operatori.

I tamponi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 112.788. I tamponi rapidi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 6.214.

“Abbiamo messo a disposizione di tutti i Medici di Medicina Generale i tamponi rapidi. Periodicamente li forniamo dei DPI necessari allo svolgimento dell’attività. Ricordo che la possibilità di effettuare il tampone in studio del medico di base è su base volontaria e, quindi, è a discrezione del medico stesso” comunica il Direttore Generale.

2 nuove guarigioni fanno salire a 594 il totale dei guariti in Polesine da inizio epidemia. Sono 262 le persone attualmente positive in provincia. Ad oggi sono 918 le persone poste in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva.

Positivo un operatore socio sanitario della Rianimazione di Rovigo emerso durante lo screening periodico del personale ed uno della Nefrologia di Rovigo.

Nuova positività tra i pazienti del reparto di Medicina trasferito in Area Medica Covid a Trecenta.
Un uomo di 82 anni, residente in Medio Polesine, ha presentato sintomatologia compatibile ed è stato ricoverato in Malattie Infettive a Rovigo. È in corso l’indagine epidemiologica per la ricostruzione dei contatti.
Un uomo di 81 anni, residente a Rovigo, ha presentato sintomatologia compatibile ed è stato ricoverato in Area Medica Covid a Trecenta. È in corso l’indagine epidemiologica per la ricostruzione dei contatti.
La maggior parte del resto dei casi di nuove positività è in Basso Polesine dove la situazione è complicata, anche a livello scolastico, erano per maggior parte già in isolamento in attesa del responso del tampone, perché a contatto con altre persone positive.

6 studenti di una scuola secondaria di primo grado del Basso Polesine già in isolamento per presenza di altri positivi emersi nei giorni scorsi.
Positiva anche una 13enne, residente in Basso Polesine, già in isolamento in quanto frequenta una classe terza di una scuola secondaria di primo grado del Basso Polesine dove erano emerse delle positività nei giorni scorsi.
12enne di Rovigo, già in isolamento in quanto frequenta una classe seconda di una scuola secondaria di primo grado di Rovigo dove erano emerse delle positività alcuni giorni fa, l’esito del tampone ha dato esito positivo.
Positiva anche una 17enne residente in Basso Polesine, frequenta un Istituto Superiore di Adria. Tutti i compagni, il personale ATA e i docenti sono stati sottoposti a tampone e sono risultati negativi.
Un 18enne, residente in Basso Polesine, si è sottoposto a tampone per comparsa di sintomatologia. È stato posto in isolamento domiciliare. Per quanto riguarda la scuola non è stato necessario intervenire perché il ragazzo era a casa da molti giorni per uno stage.

 

 

 

 

Articolo di Sabato 24 Ottobre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it