Condividi la notizia

ECONOMIA

E’ ora delle scelte importanti per il rilancio del territorio

L’arrivo di Amazon a Castelguglielmo ha messo a nudo le criticità della mancanza di infrastrutture adeguate in termini abitativi, di viabilità e di servizi in provincia di Rovigo, per Cgil, Cisl e Uil servono scelte condivise per lo sviluppo del futuro

0
Succede a:

ROVIGO - “Tutti gli attori del territorio, politica in particolare, sembrano finalmente essersi resi conto dell’urgenza di avviare un tavolo di confronto in grado di prendere decisioni condivise, ma rapide, sull’impronta che si vuole dare al futuro modello di sviluppo del territorio. L’appello del sindaco di Polesella (Leonardo Raito, ndr) per una regia comune fa eco a quelli lanciati a più riprese dalle Organizzazioni sindacali a partire almeno dallo scorso maggio e da allora sistematicamente ignorati”.

Lo evidenziano Pieralberto Colombo (Cgil Rovigo), Samuel Scavazzin (Cisl Padova Rovigo), Fabio Osti (Uil Padova Rovigo)

“A nemmeno un mese dall’inaugurazione del nuovo centro di distribuzione Amazon a Castelguglielmo, i problemi emersi sono la prova che l’allarme lanciato dal sindacato sull’organizzazione del lavoro del colosso statunitense e sulla necessità di governare il cambiamento e non subirlo passivamente era fondato. Come erano fondati i richiami alla mancanza di infrastrutture adeguate in termini abitativi, di viabilità e di servizi.

Mai come in questo momento è necessario ed urgente che le parti sociali, le associazioni datoriali e le istituzioni facciano squadra per affrontare le sfide che il territorio è chiamato ad affrontare, per il rilancio del tessuto produttivo uscito profondamente segnato dalle conseguenze del lockdown e che ora si sta preparando ad affrontare nuovi ostacoli. Esistono tuttavia scelte importanti da fare per il rilancio del sistema economico che potrebbero segnare uno spartiacque per la direzione che si vuol dare al futuro del territorio, tra uno sviluppo sostenibile e la qualità del lavoro da una parte e la precarietà e lo sfruttamento delle persone e dell’ambiente dall’altra.

E’ ora di passare dai proclami e dalle buone intenzioni alle azioni concrete, calate sul territorio, che anche il contributo di esperienza del sindacato può rendere più mirate ed efficaci”.

Articolo di Sabato 24 Ottobre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it