Condividi la notizia

VOLONTARIATO

Nuovo direttivo e nuovo volto digitale di Faedesfa

Ecco i sette componenti del direttivo con la “maglietta verde”, Andrea Pezzuolo di nuovo nel ruolo di Presidente di Faedesfa di Fratta Polesine (Rovigo)

0
Succede a:

FRATTA POLESINE (Rovigo) - Faedesfa No Profit si rinnova: è stato nominato il nuovo Direttivo dell’Associazione di Fratta Polesine che dal 2011 in Polesine e in diverse Regioni del Paese, concretizza opere di beneficienza a favore dei bambini e delle persone in difficoltà. Ecco i sette componenti del direttivo con la “maglietta verde”: Nicoletta Anostini, Carla Borin, Marina Faedo, Diego Travaglini, Giancarlo Zanon, Mirko Zerbinati e Andrea Pezzuolo, quest’ultimo di nuovo nel ruolo di Presidente di Faedesfa. Per quanto riguarda gli incarichi, riconfermata Marina Faedo, come delegata alla gestione dei rapporti e dei progetti con le scuole. Presente per il terzo rinnovo consecutivo Giancarlo Zanon, ormai fulcro e punto di riferimento.  Nuovo ingresso nel Direttivo per Nicoletta Anostini, Carla Borin, Diego Travaglini e Mirko Zerbinati. “Benvenuti a tutti- le parole del presidente Andrea Pezzuolo-  Ci sono volti nuovi e volti conosciuti. Lavoriamo assieme con nuova energia, per portare all’Associazione linfa vitale e percorrere assieme questa strada tra nuovi e consolidati progetti di Faedesfa per i prossimi tre anni”.

In quasi dieci anni di storia, è la prima volta che la compagine benefica di Fratta Polesine si trova ad operare in una situazione di emergenza sanitaria come quella che ha colpito non solo l’Italia dallo scorso mese di marzo. “Quello che più mi rincuora è il fatto che Faedesfa continui ad essere presente, nonostante tutti i limiti imposti per questioni di sicurezza pubblica- dichiara Pezzuolo- Ci siamo adattati, abbiamo resistito al duro colpo inferto dal coronavirus al Terzo Settore, e abbiamo ricreato una nuova associazione da un volto smart e digitale, dove però il contributo umano, le idee, i sorrisi continuano ad essere la base di tutto”.  Video chiamate, mail, conference call, o semplicemente telefonate in vecchio stile sono state il canale principale di comunicazione tra i soci e il direttivo in questi mesi. “Anche la scelta di lasciare gli impianti sportivi di San Bellino è stata legata al fattore Covid 19- spiega ancora il numero uno di Faedesfa No Profit- Non potevamo continuare a sostenere costi senza poter sviluppare nessun tipo di evento ludico vista l'emergenza sanitaria in corso. Il direttivo e i soci sono stati operativi e presenti, anche se non è stato immediatamente palbabile dal pubblico che sempre ci ha seguito e che ci vuole bene”.

Un sito tutto nuovo,  www.faedesfa.org, il lancio di piattaforme digitali per le donazioni online legate ai prodotti di Faedesfa No Profit, sono stati e saranno il fulcro del prossimo triennio, in attesa di tornare alla normalità con eventi benefici e nuovi progetti che fanno bene al cuore, in presenza.

“Noi ci siamo e il cambiamento, formale e tecnico del rinnovo, culminerà a gennaio 2021, con il passaggio dal Notaio dell’Associazione da Faedesfa Onlus a Faedesfa No Profit per adeguarci alle normative europee”.

 

Articolo di Domenica 25 Ottobre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it