Condividi la notizia

CORONAVIRUS

I contagi da Covid-19 crescono ancora in provincia di Rovigo, sono 324, 32 i ricoveri

65 nuovi positivi al Covid-19 in provincia di Rovigo frutto della maxi operazione di screening dell’Ulss 5 Polesana, in 101 al punto Covid in Ospedale di notte, 6 positivi al test rapido, in 4 dalle 8 alle 14

0
Succede a:

ROVIGO - 65 nuove positività di residenti in Polesine nelle ultime 24 ore. “Come già detto nei giorni scorsi la situazione è preoccupante ma non allarmante. Il numero elevato di nuove positività è legato anche al grandissimo sforzo che la nostra Azienda, e più in generale la Regione Veneto, sta sostenendo nell’effettuare un elevato numero di tamponi quotidianamente. Siamo nel pieno dell’onda. Più positivi rileviamo in maniera tempestiva, più riusciamo a bloccare la catena del contagio”. Sono le parole Antonio Compostella, dopo l’impennata di contagi riscontrati tra sabato e domenica.

Al Covid Point dell’Ospedale di Rovigo in 101 si sono presentati per il test rapido dalle 20 alle 8, 6 i positivi, come da protocollo sono stati segnalati al Sisp per l’effettuazione del tampone molecolare e per conferma della positività. dalle 8 alle 14 al Covid Point di sono presentati in 70, 4 i positivi. Dalle 14 alle 20 sono stati effettuati 139 tamponi rapidi antigenici, 16 i positivi.  L’Ulss 5 Polesana, per evitare code, ha potenziato il servizio rendendo più veloce la processazione.

32 pazienti ricoverati: 21 in Area Medica Covid a Trecenta, 5 pazienti in Terapia Intensiva (2 pazienti trasferiti dall’Azienda Ulss 6 Scaligera), 6 pazienti in Malattie Infettive a Rovigo.

Positiva una donna di 73 anni, residente in Basso Polesine, era ricoverata nel reparto di Chirurgia di Adria. La positività è emersa durante lo screening periodico dei pazienti, che vista la situazione epidemiologica generale è stato intensificato (viene eseguito ogni 4 giorni). È stata trasferita in Malattie Infettive a Rovigo. Sono immediatamente scattati tutti i protocolli di sicurezza con la ripetizione dei tamponi al personale e ai degenti.

Si segnala inoltre la positività di una infermiera del Pronto Soccorso di Adria, residente fuori provincia, emersa durante lo screening periodico del personale.

Gli altri nuovi casi.

13 persone positive erano già in isolamento perché contatti di positivi e asintomatiche (età minima – 38 anni, età massima 72 anni, età media 53 anni)
26 persone già in isolamento perché contatti di positivi e sintomatiche (età minima – 21 anni, età massima 87 anni, età media 54 anni)
18 persone che hanno effettuato il tampone per comparsa di sintomatologia (età minima – 23 anni, età massima 69 anni, età media 43 anni)
Positivo un 14enne, residente a Rovigo, già in isolamento perché contatto di positivo. Non è stato necessario alcun intervento a livello scolastico perché già in isolamento da lungo tempo
Positivo un ragazzo di 9 anni, residente in Alto Polesine, già in isolamento perché contatto di positivo. Non è stato necessario alcun intervento a livello scolastico perché già in isolamento da lungo tempo
Un 18enne del basso Polesine si è sottoposto a tampone per comparsa di sintomatologia. È stato posto in isolamento domiciliare. Per quanto riguarda la scuola non è stato necessario intervenire perché il ragazzo era a casa da molti giorni per uno stage.
Una 13enne ed una 12enne, residenti in Basso Polesine, già in isolamento in quanto frequenta una classe di una scuola secondaria di primo grado del Basso Polesine dove erano emerse delle positività nei giorni scorsi.
Positiva una insegnante di una scuola secondaria di primo grado dell’Alto Polesine. Tutti i colleghi, il personale ATA e gli alunni che hanno avuto contatti con lei sono stati sottoposti a tampone oggi pomeriggio. Domani comunicheremo i risultati.
Un uomo di 67 anni, residente in Medio Polesine, ha effettuato un tampone per comparsa di sintomatologia ed è stato ricoverato in Malattie Infettive a Rovigo. È in corso l’indagine epidemiologica per la ricostruzione dei contatti.

Risultano positive una operatrice della Comunità Alloggio di Taglio di Po, tre operatrici della Casa di Riposo “La Rosa dei Venti” di Rosolina e due operatrici e quattro pazienti (uno trasferito all’Ospedale di Trecenta) della Casa di Riposo “La Residence” di Ficarolo. In tutte le altre strutture residenziali extra Ospedaliere del Polesine non si segnalano positività né tra gli ospiti né tra gli operatori.

I tamponi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 113.022. I tamponi rapidi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 6.679. 3 nuove guarigioni fanno salire a 597 il totale dei guariti in Polesine da inizio epidemia. Sono 324 le persone attualmente positive in provincia.

Ad oggi sono 842 le persone poste in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva.

 

Articolo di Domenica 25 Ottobre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it