Condividi la notizia

POLITICA

Alternativa civica sollecita lo streaming del consiglio comunale

L’opposizione chiede che i cittadini possano assistere al consiglio comunale di Lendinara (Rovigo) con l’installazione dei dispositivi per la diretta

0
Succede a:

LENDINARA (Rovigo) - Alternativa Civica torna a chiedere la diretta streaming in consiglio comunale come peraltro ha deliberato il consiglio stesso. “Chiediamo la convocazione della prima commissione per valutare eventuali aggiornamenti allo statuto comunale che permettano l’istallazione di dispositivi di ripresa delle sedute del consiglio comunale, per dare la possibilità a tutti i cittadini di seguirle, visto anche il periodo straordinario che non permette assembramenti e che sembra debba protrarsi ancora per un lungo periodo”.

La richiesta di Denis e Federico Sambinello non ammette scuse, tanto più che il consiglio comunale ha votato all’unanimità un anno fa  una mozione che chiedeva proprio lo streaming, “ma ad oggi nulla è stato fatto”.

La richiesta è di ottemperare alla volontà espressa del consiglio in tempi celeri non giustifica in alcun modo. La lentezza decisionale che sta rallentando ogni decisione e progetto deliberato, sostiene Alternativa Civica nel comunicato, in questo momento di generale difficoltà, cozza con le richieste di trasparenza amministrativa. Lendinara meriterebbe più attenzione nelle decisioni della Giunta. La richiesta si proietta al prossimo consiglio comunale, non ancora fissato, ma Alternativa Civica non demorde. “Riteniamo che non aver attivato ancora lo streaming sia grave, per questo nasce il nostro sollecito con la richiesta di convocazione della prima Commissione Consiliare, che possa togliere ogni pretesto all'attuazione della richiesta” ritenuta indispensabile e inderogabile, tanto più che le restrizioni a causa della pandemia covid-19 aumentano l’esigenza di una partecipazione pubblica, ancorché online.

La lentezza, la mancanza di volontà e le lotte interne alla maggioranza, stanno nei fatti paralizzando ogni decisione, con grave danno per la comunità (come si è constatato ad esempio con il Bando destinato alle "attività economiche che hanno subito gravi danni dalle chiusure imposte causa covid 19" uscito con grave ritardo).  “Serve un cambio di passo" ed è quello che anche noi chiediamo.

Alternativa civica ritiene che non aver attivato ancora lo streaming sia grave, irrispettoso della volontà dei Consiglieri e dei cittadini tutti, “…per questo il nostro sollecito con la richiesta di convocazione della prima Commissione Consigliare, che possa togliere ogni pretesto all'attuazione dello streaming sarà anche l'ultimo tentativo, prima di passare a dimostrazioni plateali rivolgendoci al Prefetto, per far rispettare la volontà dei Consiglieri e dei cittadini”.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Domenica 25 Ottobre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it