Condividi la notizia

SINDACATI

Zhermack: c’è la Rsu

I 300 lavoratori della Zhermack Spa di Badia Polesine (Rovigo), azienda del settore chimico, hanno eletto per la prima volta la rappresentanza sindacale unitaria

0
Succede a:

BADIA POLESINE (Rovigo) - I lavoratori dipendenti della Zhermack Spa, azienda del settore chimico che impiega quasi trecento dipendenti a Badia Polesine, hanno eletto per la prima volta la rappresentanza sindacale unitaria in azienda. Massiccia l'affluenza alle urne, segno tangibile della volontà da parte dei lavoratori di dotarsi finalmente di un indispensabile strumento di confronto sindacale con la direzione aziendale, in un momento così difficile e delicato.

“In un’azienda così importante per dimensioni e risultati - annunciano le segreterie territoriali Femca Cisl, Filctem Cgil e Uiltec Uil - la presenza delle Rsu è di auspicio ora per l’avvio di relazioni sindacali finalizzate all’applicazione di punti fondamentali del contratto nazionale di settore, secondo il quale le stesse Rsu serviranno per migliorare il servizio e la competitività delle aziende anche attraverso strumenti di partecipazione riferiti ai risultati aziendali, quale la contrattazione triennale a contenuto economico, che ha la funzione di definire una erogazione annua variabile collegata a risultati concreti di redditività, produttività, efficienza e qualità, denominata "premio di risultato". Sarà questo uno dei primi punti del mandato delle Rsu e delle Organizzazioni sindacali territoriali.

“La presenza poi di rappresentanze dei lavoratori elette determinerà un forte e imprescindibile canale di comunicazione con la Direzione in un sito che, appartenente alla multinazionale americana Dentsply, molto spesso risente di decisioni che arrivano dall’alto. La volontà è di condivisione e coordinamento dei percorsi e di valutazione delle azioni che possano mantenere il sito di Badia Polesine agli attuali livelli di efficienza e produttività, con la salvaguardia dei livelli occupazionali e potenziamento delle professionalità che si sono consolidati nei decenni di esistenza di questa azienda”.

“Le segreterie territoriali ringraziano tutti i dipendenti per il chiaro segnale che è stato lanciato, e si preparano con spirito positivo per i prossimi confronti con l'azienda, forti delle esperienze già maturate con altre aziende multinazionali che operano nel territorio. Avanti quindi, come dice qualcuno, “pancia a terra” e con piena intenzione di aiutare l’azienda per continuare ad essere competitiva e rimanere una eccellenza nell’ambito delle industrie chimiche polesane”.

Articolo di Venerdì 30 Ottobre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it