Condividi la notizia

AMBIENTE

Sono circa 1400 le piante autoctone richieste da 192 cittadini

“Ridiamo il sorriso alla Pianura Padana” è partita oggi la distribuzione delle piante ai cittadini di Rovigo 

0
Succede a:

ROVIGO - A Rovigo è partita oggi  la distribuzione delle piante ai cittadini che hanno aderito al progetto “Ridiamo il Sorriso alla Pianura Padana”. Sono circa 1400 piante autoctone richieste da 192 cittadini, provenienti dal vivaio forestale di Veneto Agricoltura di Montecchio Precalcino – Vicenza, che sono state messe a disposizione dei Comuni dalla Regione. 

Il Comune di Rovigo ha provveduto al trasporto, ad organizzare la distribuzione a cura dell’ufficio Ambiente, in collaborazione con alcuni volontari, e assicurerà la consegna ai cittadini nel rispetto delle norme di distanziamento e di prevenzione previste dall’emergenza Covid.“Si tratta di un momento importante di coinvolgimento della cittadinanza – ha detto l'assessore all'Ambiente Dina Merlo -, che ha risposto in modo spontaneo e attivo a questa proposta, dimostrando interesse verso l’iniziativa, partecipazione nella organizzazione del ritiro delle piante e senso di responsabilità verso le modalità di ripartizione degli orari dettati dalla necessità di operare in modo ordinato e sicuro”.

La distribuzione di 1400 piante andrà ad arricchire il territorio di piantine forestali certificate, facilmente inseribili nel nostro ambiente, che essendo quantitativamente rilevanti nel loro insieme, contribuiranno a svolgere importanti funzioni ambientali di espansione del verde privato, aumento della biodiversità vegetale, assorbimento di anidride carbonica, miglioramento della qualità dell’aria, sviluppo di habitat. Naturalmente questo arricchimento del verde privato sarà seguito e integrato da altre esperienze di investimento nel verde pubblico che a breve saranno comunicate e realizzate dall’assessorato allo Sviluppo Sostenibile del Comune di Rovigo.

Le piante distribuite, ottenute da semi raccolti nei boschi della Regione, sono dotate di un pane di terra con apparato radicale ben sviluppato. Vanno messe a dimora subito, scavando loro uno spazio di dimensioni un po' maggiori del pane di terra stesso, su terreno un po' mosso, seguito da una piccola bagnatura. 

Il trapianto autunnale è ideale perché generalmente il clima è piovoso, le piante perdono le foglie e vanno in riposo vegetativo e quindi in questo periodo non necessitano di irrigazioni, che invece saranno importanti nel periodo primaverile – estivo del prossimo anno, alla ripresa vegetativa, soprattutto in caso di mancanza di piogge. Per informazioni sulle modalità di trapianto e cure alle piante si rimanda ad un video tutorial di Veneto Agricoltura, disponibile sul sito del Comune di Rovigo al link di Ridiamo il Sorriso alla Pianura Padana.

“L’esperienza potrà essere implementata nei prossimi mesi dall’Ufficio Ambiente del Comune – ha concluso Merlo -, con informazioni e report anche fotografici delle piantine, mantenendo un collegamento con la Comunità di cittadini che hanno aderito a questa iniziativa, testimoniando un interesse concreto e personale verso questo progetto ambientale”.

In caso di impossibilità al ritiro nel giorno e negli orari  previsti dall'ufficio Ambiente, è possibile contattare la Sezione Ambiente ed Ecologia (Via Badaloni, 31; tel.0425.206442/446/461; fax.0425.206453; e-mail: informambiente@comune.rovigo.it) e fissare un appuntamento per la consegna entro lunedì 2 novembre 2020.                               

Per la messa a dimora è inoltre, disponibile un video-tutorial pubblicato da Veneto Agricoltura al seguente link

 

 

 

Articolo di Venerdì 30 Ottobre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it