Condividi la notizia

CHIUSURE CORONAVIRUS

I provvedimenti raffazzonati del governo Conte che scontentano tutti

Bartolomeo Amidei ed Andrea Denti del circolo di Rovigo di Fratelli d'Italia comunicano il sostegno del partito alle categorie colpite dal Dpcm e criticano aspramento la politica del premier

0
Succede a:
ROVIGO - Il circolo Fratelli d'Italia di Rovigo comunica il pieno sostegno morale a tutte le categorie economiche colpite dal Dpcm (LEGGI ARTICOLO) di domenica scorsa.

"Un provvedimento del Governo che raffazzona un maldestro tentativo di contenimento epidemiologico che scontenta tutti" commentano il presidente cittadino Bartolomeo Amidei ed il neo iscritto al partito di Giorgia Meloni Andrea Denti.

"Analizzando i passi dell'esecutivo in questi mesi si vede come siano state prese decisioni sull'onda dell'emergenza - continuano Amidei e Denti - spinte dall'eco delle proteste e improvvisando soluzioni  da "che Dio ce la mandi buona".
Provvedimenti che non passano per il vaglio del Parlamento, che una volta usciti scontentano gli stessi governatori di Regione che ne hanno, fino a poco prima, concordato loro stessi i contenuti, ma che poi non ne riconoscono la paternità. Le parti sociali ed economiche, anch'esse sentite e  consultate, per poi vedersele, giustamente contro, il giorno dopo (Confindustria su tutti ). Le opposizioni convocate solo per renderle edotte dl già deciso.
Una politica troppo frastagliata, dove solo il sentimento dell'ultim'ora spinge a navigare  solo a vista.

Caro Conte vuoi ancora proporci i crediti di imposta che ristorano tasse che si fanno fatica a pagare? vuoi ancora ristorare le aziende con contributi a pioggia che sono fumo negli occhi perchè non sostengono un'economia reale?
Vuoi ancora farci credere che possiamo aspettare con calma i famosi Recovery Fund che arriveranno a 2021 inoltrato?
Il tutto scontentando sia chi tiene di più alla salute, per lo più anziani e fasce deboli, e che si vede scoraggiato da un'epidemia che imperversa
e che tra asintomatici e falsi positivi non capisce più chi può frequentare e che non vede una sanità attrezzata per poter reggere l'onda d'urto e di chi è più preoccupato per l'economia, che vede vano lo sforzo fatto in tanti mesi di sacrificio con un'economia depressa e con diverse aziende che sono state costrette ad attrezzarsi di nuovi macchinari e prodotti sanificanti per poi vedersi limitati negli orari e quindi senza riuscire a rientrare dell'investimento imposto".

"Questa depressione ormai diffusa - concludono da Fratelli d'Italia - sta facendo annebbiare la vista anche al più ottimista degli ottimisti.
Bar, ristoranti, cultura e sport vengono considerate attività di ripiego che quindi possono essere limitate negli orari e nelle aperture.
A noi sembra che il paese Italia si sia basato nella sua crescita del dopoguerra su tutte queste attività e che anzi le stesse sono un fiore all'occhiello del Belpaese.
Auspichiamo una maggior presa di coscienza dei nostri governanti e che questa sia un'occasione per mostrare come l'Italia possa risorgere confidando in un'unita' nazionale salvifica".
Articolo di Venerdì 30 Ottobre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it