Condividi la notizia

POLITICA ADRIA

Paolo Baruffaldi: "Fondo per la stagione teatrale da devolvere alle attività che non lavorano"

Il capogruppo Lega in consiglio comunale di Adria (Rovigo) commenta l'ultimo Dpcm e specifica che l'amministrazione comunale si deve mobilitare per il bene delle attività e partite iva che non lavorano per effetto della decisione del governo

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - "Come gruppo consiliare Lega Adria vogliamo esprimere la nostra ferma contrarietà al Dpcm emanato dal governo Conte nei giorni scorsi, provvedimento legislativo calato dall’alto, senza un adeguato confronto con le regioni e con i rappresentanti del centrodestra che, vale la pena di ricordare, di regioni ne governa 14 su 20". Così il gruppo Lega di Adria capeggiato da Paolo Baruffaldi ed Emanuela Beltrame, che rincarano la dose specificando: "Il Dpcm emanato è il segno inequivocabile dell’incompetenza del Governo in carica".

"La responsabilità delle azioni più incisive è demandata ai sindaci e ai dirigenti scolastici per quanto riguarda le scuole, Conte e la sua squadra non sono riusciti a dare regole chiare, precise e inequivocabili ed il premier mostra di essere impreparato anche ad affrontare questa seconda ondata. Nulla è stato fatto per medici, infermieri e operatori sanitari che sono sempre e da sempre in prima linea, si scaricano responsabilità sui dirigenti scolastici ma intanto il trasporto pubblico continua a essere una riproposizione quotidiana dell’idea di “scatola di sardine”, si chiudono i locali in anticipo quando sarebbero bastati controlli contro chi ignorava i divieti".

"In questo periodo di grave crisi economica per le attività colpite dal Dpcm non può non passare inosservata la scelta dell’amministrazione Barbierato di stanziare, nella variazione di bilancio presentata nell’ultimo consiglio comunale, la somma di 44.000 euro per la stagione teatrale 2020-2021. Considerato che il Dpcm del 24 ottobre scorso sospende gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto ed in altri spazi anche all’aperto, riteniamo come gruppo Lega doveroso e per questo proporremo all’amministrazione nella riunione di capigruppo prevista per lunedì prossimo 2 novembre, che questa somma accantonata sia immediatamente svincolata e devoluta a favore di un fondo in aiuto della attività e partite iva impossibilitate a lavorare causa le disposizioni anticovid".

Concludendo: "Siamo consapevoli che la priorità oggi, oltre a limitare la diffusione dei contagi nel nostro comune, sia di tutelare e salvaguardare il tessuto economico adriese". 
Articolo di Venerdì 30 Ottobre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Per approfondire

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it