Condividi la notizia

LUTTO ROVIGO

Sconcerto a Rovigo, muore a 34 anni Giacomo Magaraggia

Tragedia nella notte in famiglia dell’ex presidente di As2 Roberto Magaraggia, fatale arresto cardiaco per il figlio Giacomo

0
Succede a:

ROVIGO - Non c’è stato nulla da fare per Giacomo Magaraggia, 34 anni, deceduto venerdì 30 ottobre poco prima della mezzanotte in ospedale a Rovigo dopo il ricovero del pomeriggio.

Il giovane, che lavorava a Padova, era stato sottoposto a diversi tamponi per scongiurare il contagio dalla infezione Covid-19, tutti con esito negativo, da quando in ufficio dove era impiegato erano stati rinvenuti dei casi di positività. Lavorava quindi in remoto da Rovigo già da lunedì scorso e dalla giornata di mercoledì si era messo in contatto con la madre, Lucia Picanza, ex medico di base, ed il padre Roberto per un principio di malessere, tanto che già giovedì sera aveva deciso di rimanere nella casa di famiglia per quella che sembrava essere solo una sintomatologia passeggera.

Il peggioramento, invece, è stato improvviso tanto che venerdì ne è stato chiesto il ricovero, ma dopo l’accesso da Pronto Soccorso delle 18 non c’è stato più nulla da fare. Giacomo si è spento poco dopo le 23 per un arresto cardiaco, lasciando i genitori ed il fratello Alberto, avvocato, nello sconcerto.

La famiglia ed i medici si riservano di attendere l'esame autoptico per capire il motivo della inspiegabile morte di un giovane forte, in salute ed attivo ragazzo, amato e benvoluto da tutti.

Articolo di Sabato 31 Ottobre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it