Condividi la notizia

VIABILITA’

Sono già 750 le multe fatte in due mesi con la Ztl

Installati il 21 agosto scorso in via San Giovanni e in via Danieli, i due varchi elettronici a Badia Polesine (Rovigo) hanno prodotto già un risultato per le casse comunali

0
Succede a:

BADIA POLESINE (Rovigo) – Sono già 750 le multe fatte in due mesi con Ztl per la soddisfazione del Sindaco che vede finalmente risolto il problema controverso e intricatissimo dell’accesso delle auto in piazza Vittorio Emanuele II e con beneficio per le casse comunali.

Installati il 21 agosto scorso in via San Giovanni e in via Danieli, i due varchi elettronici che, come previsto, funzionano dalle 21 alle 2 dei giorni feriali compresi tra il primo maggio ed il 30 settembre, da mezzanotte alle 14 dei giorni festivi compresi tra il primo ottobre ed il 30 aprile, e per tutto l’arco della giornata dei festivi compresi tra il primo maggio ed il 30 settembre, dimostrano l’efficienza del sistema nel pizzicare i furbetti dell’accesso selvaggio in centro. Contestualmente all’installazione dei varchi è stata anche definita l’area pedonale urbana istituita dall’ex comandante della polizia locale Silvio Trevisan. Due provvedimenti, molto apprezzati dai residenti e che, regolando il traffico nel cuore cittadino, contribuiscono a normalizzare la vita specialmente nelle ore serali senza penalizzare gli esercizi commerciali.   A beneficio dei più distratti vale quindi  la pena ricordare che nei monitor posti agli accessi della piazza, il colore rosso della scritta sul pannello Ztl indica chiaramente quando non si può passare.

Il nuovo comandante Luigi Scagliocco che è stato visto in servizio anche le domeniche e, con l’adeguamento dell’organico della polizia locale, ha potuto organizzare l’auspicato turno serale dei Vigili il venerdì e il sabato.

“Sussiste l’esigenza di limitare il traffico e la sosta ad alcune categorie di utenti negli orari di maggior afflusso – recitava l’ordinanza che ha istituito l’Apu (Area pedonale urbana) – anche al fine di rendere maggiormente vivibili e meno inquinate le zone più trafficate del centro storico”.

In poche settimane, di là dalle multe indigeste, è stato messo ordine all’accesso dei veicoli in centro risolvendo l’annosa anarchia nel traffico serale spesso rilevata e denunciata da più parti.

U.M.B.

Articolo di Mercoledì 4 Novembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it