Condividi la notizia

4 NOVEMBRE

Gaiba ha ricordato chi si è sacrificato per il nostro Paese 

A Gaiba (Rovigo) è stata celebrata l’Unità Nazionale e la festa delle Forze Armate, presente anche il parroco Don Massimo e il sindaco Zanca

0
Succede a:

GAIBA (Rovigo) - Anche l’amministrazione comunale di Gaiba celebra oggi la ricorrenza del 4 novembre, ricordo della vittoria conseguita dalle truppe italiane nel 1918 che segnò la fine della prima guerra mondiale. Presente anche il parroco Don Massimo al monumento dei caduti del Comune di Gaiba, il comandante Alessandro Di Manna, l’agente di polizia locale Pacchin, la giunta comunale e alcuni esponenti delle associazioni di volontariato locali. 

“La commemorazione del 4 novembre ci aiuta a non dimenticare - il commento del Sindaco Zanca - ci aiuta a ricordare le persone che hanno dato la vita per la nostra patria, ci aiuta a ricordare chi ha sofferto e chi è morto al fronte, ma anche le famiglie, le mogli, le madri, i figli di quei giovani soldati che hanno dato la vita per la nostra.

Un ringraziamento speciale a tutti coloro che hanno partecipato a questa commemorazione, ai Carabinieri, al Comandante Di Manna, rappresentanti delle Forze Armate che tantissimo hanno fatto e ancora stanno facendo in favore della democrazia e al servizio dello Stato. 

Un grazie anche ai volontari di Croce Blu-Gaiba che, come l’88º nucleo di protezione civile Anc, svolgono sempre con determinazione il loro impegno al servizio della comunità e che oggi anche loro hanno deciso di partecipare alla commemorazione. Viva le forze armate, viva l'Unità nazionale, viva l'Italia!”.

Articolo di Mercoledì 4 Novembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it