Condividi la notizia

CORONAVIRUS

Luca Zaia ringrazia le Iene e l’inviato Alessandro Politi

Da un mese sono in prima linea per raccontare l’evoluzione del Covid-19 nell’ospedale di Padova, contribuendo a sensibilizzare la gente, il Governatore del Veneto ringrazia le Iene

0
Succede a:

PADOVA - “E’ ormai da più di un mese che la troupe delle “Iene”, guidata dall’inviato Alessandro Politi, è qui in Veneto, regione che questo programma ha sostanzialmente ‘adottato’, descrivendo in maniera puntualissima e, con una dose commovente di umanità, l’evoluzione del Covid-19. La vita dei pazienti, le loro sofferenze, ma anche il duro lavoro dei nostri operatori: tutti, dall’operatore socio sanitario al primario del reparto, fino al docente universitario”. Con queste parole, il presidente Luca Zaia evidenzia e ringrazia il lavoro che le “Iene” stanno svolgendo in questo territorio, valide alleate nella sensibilizzazione sull’emergenza Coronavirus.

“Le “Iene” hanno raccontato e raccontano il Covid-19 – ha continuato il Presidente - veramente da dentro, descrivendo il dolore, l’ansia, la preoccupazione dei malati e dei loro parenti, la vita in corsia, nei reparti, nelle terapie intensive. L’altalena tra la speranza e la delusione, la comparsa dei sintomi, la loro scomparsa e il ritorno sotto altra forma del virus. E raccontano anche la preoccupazione e la straordinaria partecipazione di chi, come gli operatori sanitari, rinuncia alla propria vita per salvarne un’altra”.

“Grazie quindi, di nuovo, - ha concluso Luca Zaia - alla troupe e ad Alessandro Politi delle “Iene” che, con tanta passione e rara partecipazione, stanno seguendo l’evoluzione dell’epidemia nel Veneto, valorizzando anche la straordinaria esperienza del plasma iper-immune, che ha visto la nostra Regione assoluta innovatrice, sia nella metodica che nella clinica, ma anche nella creazione della grande banca del plasma”.

 

 

Articolo di Mercoledì 11 Novembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it