Condividi la notizia

RUGBY TOP10

Bacchetti: “Nella ripresa potevamo anche segnare di più”

Il rossoblù Andrea Bacchetti ringrazia per il supporto i colleghi in Questura, l’head coach della FemiCz Rovigo, Umberto Casellato, parla di miracolo nel primo tempo, soddisfatto Salvo Costanzo per l’impegno, ma poi al Mogliano è finita la benzina

0
Succede a:
Andrea Bacchetti contro il Mogliano, in campo dopo 9 mesi
Bacchetti, Antl (man of the match) e Coronel all'esordio in rossoblù
Andrea Bacchetti

MOGLIANO VENETO (Treviso) - La FemiCz Rovigo torna da Mogliano con l’intera posta (16-37), un campo sempre insidioso, nonostante il Covid, le numerose assenze tra i padroni di casa, ed una rosa non certo da playoff per la squadra di Basson e Costanzo. Bersaglieri fallosi, come nel primo match, e come sottolinea Umberto Casellato  ”Possiamo dire che il vero miracolo lo abbiamo fatto nel primo tempo, perché siamo stati molto indisciplinati, ed è stato importante chiuderlo in vantaggio. Nel secondo tempo siamo stati molto più disciplinati e abbiamo preso solo quattro penalità. Potevano concretizzare un paio di occasioni in più, ma per le prime partite di campionato va bene, nonostante questo siamo contenti della vittoria. Come ho detto anche ai ragazzi, abbiamo un percorso lungo e anche più difficile rispetto al solito. Adesso andiamo avanti e ci prepariamo al meglio per la prossima partita.”

Leggi la cronaca di Mogliano - FemiCz Rovigo

Ben nove penalità nel primo tempo a Mogliano, ma il tasso tecnico della FemiCz, e soprattutto il gioco magistralmente interpretato da un fuoriclasse come Diego Antl, alla fine paga. “Nel primo tempo abbiamo pagato l’indisciplina - commenta Andrea Bacchetti - nell’intervallo ci siamo parlati e poi nella ripresa è venuta fuori la nostra preparazione giocando bene. Potevano segnare qualche meta in più, siamo stati sfortunati nell’ultimo passaggio, questione di dettagli. Sono comunque 5 punti importanti in un campo dove alla lunga sarà difficile per tutti”.

Per l’ex golden boy rossoblù era la prima partita intera dopo 9 mesi “Per me era un punto di domanda - spiega l’ala rossoblù - ero preoccupato, invece ho resisto fino alla fine senza problemi”. Poi una dedica ed un ringraziamento particolare “Ringrazio il questore Raffaele Cavallo - sottolinea Bacchetti - e tutti colleghi dell’ufficio di Gabinetto in Questura che mi stanno dando una mano in ambito lavorativo, formandomi,  supportandomi e sostenendomi anche dal punto di vista sportivo, venendo incontro alle esigenze della squadra”.

Il Mogliano arrivava da un periodo complicato. Ha saltato le prime due partita di Coppa Italia per alcune positività al Covid-19, e anche la prima di campionato.

“Abbiamo fatto sicuramente un ottimo primo tempo - il commento di Salvatore Costanzo, head coach del Mogliano - devo dire bravi ai ragazzi per come sono entrati in campo e sono riusciti a mettere pressione a Rovigo. Hanno seguito il piano di gioco che avevamo stabilito e questo ha pagato. Se manteniamo la giusta lucidità abbiamo dimostrato di poter competere anche con queste squadre. Nel secondo tempo è calata la benzina, se fossimo riusciti ad essere più coerenti con quanto avevamo impostato, giocando  maggiormente sul loro campo, forse avremmo potuto gestire meglio la gara. Invece abbiamo iniziato a sbagliare placcaggi, preso subito meta e questo ci ha complicato la vita, con Rovigo che ha potuto esprimere tutto il proprio potenziale. Dovremo lavorare su questo e su altri particolari, preparandoci al meglio per le prossime gare. Con la Lazio lo sappiamo che non è mai facile in casa loro, cercheremo di prepararci per affrontare una partita che per noi è importantissima."

 

Articolo di Sabato 14 Novembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it