Condividi la notizia

CORONAVIRUS

Covid-19: Due decessi, 59 nuovi positivi in provincia di Rovigo

Aumentano ancora i ricoveri tra Rovigo e Trecenta, in 14 sono in terapia intensiva. Una paziente ricoverata in Ortopedia trovata, dopo la ripetizione del tampone, con il Covid-19

0
Succede a:

ROVIGO - Due nuovi decessi in provincia di Rovigo nelle ultime 24 ore, salgono a 68 le vittime con il Covid-19 in Polesine. E’ deceduto un uomo di 82 anni residente in provincia di Venezia. Al riscontro della positività era stato ricoverato in Malattie Infettive a Rovigo e successivamente in Area Medica Covid di Trecenta dove, nella giornata di ieri, è deceduto. E’ morta anche una donna di 88 anni residente in Alto Polesine, era ospite della Casa di Riposo “La Residence” di Ficarolo. Al riscontro della positività era stata ricoverata in Malattie Infettive a Rovigo, anche a causa delle patologie pregresse, dove, nella giornata di ieri, è deceduta. Alle famiglie il dg dell’Ulss 5 Polesana, Antonio Compostella, rivolge un messaggio di cordoglio.

59 nuove positività di residenti in Polesine (sono in totale 2.755 da inizio epidemia), tra le quali, attualmente in provincia i positivi sono 1.879, ad oggi sono 2.746 le persone in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva.

“L’incidenza dei nuovi positivi riscontrati sul totale delle persone testate - commenta il Direttore Generale, Antonio Compostella - si conferma tra il 5% e il 6%, il dato più basso del Veneto. Dobbiamo mantenere alto il senso di responsabilità rispettando tutte le regole di prevenzione”.

Attualmente risultano 107 pazienti ricoverati: 85 in Area Medica Covid a Trecenta (2 pazienti già risultati positivi nei giorni scorsi ricoverati per peggioramento delle condizioni, 1 paziente trasferito dalle Malattie Infettive di Rovigo), 14 pazienti in Terapia Intensiva Covid a Trecenta (1 paziente trasferito dalle Malattie Infettive di Rovigo), 8 in Malattie Infettive a Rovigo.

“Centosette ricoveri sono un numero importante e rappresentano la situazione generale del contagio, ma per il momento l’intero sistema sta reggendo bene, senza particolari situazioni di stress” dice il Direttore Generale.

I tamponi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 129.427. I tamponi rapidi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 30.110.

13 nuove guarigioni fanno salire a 808 il totale dei guariti in Polesine da inizio epidemia.

Tra i nuovi positivi una donna di 86 anni di Rovigo, era stata inizialmente ricoverata in Ortopedia per problemi non legati al Covid-19. Al tampone eseguito al momento del ricovero era risultata negativa mentre alla ripetizione del tampone (che viene eseguito per tutti i degenti delle nostre strutture ogni 4 giorni) è risultata positiva ed è stata trasferita in Malattie Infettive a Rovigo. Immediatamente sono scattati tutti i protocolli di sicurezza.

Un 40enne, residente in Basso Polesine, si è rivolto al Pronto Soccorso ed è stato  ricoverato in Terapia Intensiva Covid a Trecenta. È in corso l’indagine epidemiologica per la ricostruzione dei contatti.
Positivo 1 ospite della Casa di Riposo “La Residence” di Ficarolo, 1 operatore della Casa di Riposo “Sant’Anna” di Villadose, 1 ospite della Casa di Riposo “Sacra Famiglia” di Fratta Polesine.

21 delle 59 nuove positività sono emerse dai test antigenici. 26 persone, delle 59 risultate positive, erano già in isolamento domiciliare.

Nelle strutture residenziali extra ospedaliere risultano ancora positivi: 2 operatori del Csa San Martino di Castelmassa, 1 operatore della Casa di Riposo “San Salvatore” di Ficarolo, 54 ospiti e 5 operatori della Casa di Riposo “La Residence” di Ficarolo, 1 operatore della Casa Albergo per Anziani di Lendinara, 3 operatori del Centro Servizi Anziani Villa Tamerici di Porto Viro, 1 operatore della Casa di Riposo “Iras” di Rovigo, 3 operatori della Casa di Riposo “Citta di Rovigo” di Rovigo, 1 operatore della Casa di Riposo “Madonna del Vaiolo” di Taglio di Po, 1 operatore della Casa di Riposo “Madonna del Vaiolo” di Taglio di Po, 2 operatori della Casa di Riposo “S. Antonio” di Trecenta, 1 operatore della Casa di Riposo “Sant’Anna” di Villadose, 24 ospiti e 14 operatori della Casa di Riposo “Sacra Famiglia” di Fratta Polesine, 3 operatori della Casa di Riposo “La Rosa dei Venti” di Rosolina

 

 

Articolo di Domenica 15 Novembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it