Condividi la notizia

ECONOMIA

Il peso delle chiusure si abbatte anche su aziende agricole

Coldiretti Rovigo: “i nostri produttori sono a disposizione per i vostri regali di Natale”. In calo la vendita di vino, birra, carne, pesce,, frutta, verdura, ma anche su salumi e formaggi di alta qualità

0
Succede a:

ROVIGO - La chiusura totale o parziale di migliaia di esercizi legati alla ristorazione o ai consumi fuori casa, unito al fatto che non ci sono certezze sugli appuntamenti delle festività di dicembre, pesano molto, sulle aziende agricole e ittiche. L’estendersi delle cosiddette zone rosse e arancio, la limitazione volontaria degli spostamenti degli abitanti delle zone gialle, se non per motivi importanti come il lavoro, ha portato a un calo dei consumi fuori casa, stimato da Coldiretti a livello nazionale, del 48%

Una drastica riduzione dell’attività che pesa sulla vendita di molti prodotti agroalimentari, dal vino alla birra, dalla carne al pesce, dalla frutta alla verdura, ma anche su salumi e formaggi di alta qualità che trovano nel consumo fuori casa un importante mercato di sbocco. In alcuni settori come quello ittico e vitivinicolo la ristorazione – precisa la Coldiretti – rappresenta addirittura il principale canale di commercializzazione per fatturato.  

“Chiusure e limitazioni, mancate prenotazioni per ceste o cene aziendali, stanno quindi creando problemi a tutto il settore agroalimentare – riferisce il presidente Carlo Salvan - e il bonus di filiera per menu 100% Made in Italy, in questo contesto, è un passo molto importante che va nella direzione giusta. Ma Coldiretti Rovigo lancia la sua proposta: per Natale fate un regalo ‘agricolo’. La scelta è ampia, non solo dal punto di vista merceologico, ma anche per quanto riguarda l’esperienza”. 

Già dal mercato agricolo di questo sabato, in Tassina, sarà possibile iniziare a comporre le proprie ceste di Natale targate Campagna Amica o iniziare a ordinarle. Inoltre sono disponibili, tramite i singoli produttori, buoni regalo per pasti in agriturismo, esperienze in azienda agricola tramite turismo rurale o fattoria didattica come laboratori o attività ludico-ricreative per grandi e piccini. “Questo Natale si può scegliere di regalare qualcosa diverso dal solito – concluse Salvan – le nostre aziende agricole, di terra e di mare, sono a completa disposizione”. 

 

Articolo di Giovedì 19 Novembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it