Condividi la notizia

POLITICA ROVIGO

Il plauso di Luca De Carlo a Rovigo per Riva Destra: “Il vero senso della militanza”

Il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia nel capoluogo per il movimento confederato al partito di Giorgia Meloni. "Città e Nazione sono di tutti. Per Fratelli d’Italia è un dovere concreto essere al fianco delle istituzioni per il bene di tutti”

0
Succede a:
ROVIGO - Dopo le divisioni, fisiologiche per la presenza di 5 candidati, delle elezioni regionali è il momento di ricompattare la squadra di Fratelli d’Italia in provincia di Rovigo guidata, al momento, dal commissario provinciale Alberto Patergnani.

“La nostra leader Giorgia Meloni ha operato un’ottima scelta nell’affidare il partito a Patergnani” ha affermato il coordinatore regionale Luca De Carlo, senatore, ricordando il risultato a doppia cifra in provincia di Rovigo del partito dopo il risultato di 5 anni addietro.


“Alberto è stato capace di mettere tutti attorno ad un tavolo, un regista serio con buona capacità politica” ha commentato De Carlo facendo intendere che l’impegno di Patergnani potrebbe non essere stato limitato al periodo elettorale, ma potrebbe continuare.

“Il movimento di Riva Destra, confederato a Fratelli d’Italia, composto da tutti tesserati, è reale espressione di militanza. Riva Destra è il vettore con il territorio tra la politica del partito ed i cittadini” ha dichiarato Patergnani di fronte al coordinatore provinciale Daniele Cordone ed i rappresentanti cittadini Erika De Luca, Federica Doni ed Elena Perini. “Non c’è sovrapposizione tra il movimento ed il partito, si lavora tutti sul territorio per capitalizzare i consensi ricevuti per riuscire a dare risposte concrete a tutte queste persone che alle ultime elezioni ci hanno dato fiducia”.

“L’amministrazione comunale di Rovigo è silente riguardo le nostre proposte, il centro non può e non deve morire - affermano De Luca e Doni - pensiamo un black friday permanente per le attività commerciali del capoluogo. Abbiamo proposte per parcheggi, viabilità, aiuti alle attività”.

De Carlo, nel ringraziare tutti ha ricordato di essere sempre disponibile a “venire sul territorio quando mi si invita. Il partito di Fratelli d’Italia valorizza le scelte. Per Riva Destra in provincia di Rovigo non posso che riconoscere la bravura di Daniele Cordone, la correttezza, la schiettezza. Per qualsiasi iniziativa il movimento di Riva Destra c’è sempre, non per de stesso, ma per Fratelli d’Italia”.

“C’è bisogno di una classe politica matura, come partito abbiamo fatto proposte concrete al governo. Basta bonus, basta ristori. Personalmente ho firmato con il gruppo di Fratelli d’Italia 400 emendamenti, tra i quali l’unificazione degli anni fiscali per compensare le perdite, l’Iva agevolata al 5 per cento per il comparto turistico, un unico bonus per tutelare la filiera dell’agroalimentare Made in Italy ed il commercio del centro delle nostre città. Tutelare l’economia dei centri preserva anche il valore immobiliare.

Il meccanismo dei ristori deve valere per tutti coloro i quali hanno avuto un calo del fatturato di almeno il 33% - ha continuato De Carlo - abbiamo suggerito di operare convenzioni per l’uso di bus turistici fermi in ausilio al servizio pubblico, per evitare di viaggiare strapieni con fittizie riduzioni di capienza che scontentano tutti. Una serie di proposte inascoltate, che hanno fatto solo perdere tempo al Paese, ma come partito noi abbiamo sempre messo da parte l’appartenenza politica, convinti della bontà delle nostre proposte a beneficio di tutti.

Per la politica locale non ci interessa far fare bella figura al sindaco seguendo un nostro consiglio, così come non facciamo mai perdere il nostro sostegno alle amministrazioni, anche se non siamo in maggioranza come qui a Rovigo. Città e Nazione sono di tutti. Per Fratelli d’Italia è un dovere concreto essere al fianco delle istituzioni per il bene di tutti”.

Il futuro di Fratelli d'Italia, a livello provinciale, sarà quello di individuare un eventuale nuovo commissario, costruirci attorno un direttivo provinciale di 20 componenti, e lavorare per il radicamento territoriale attraverso la costituzione di circoli attivi nel portare le idee di Giorgia Meloni a beneficio dei cittadini della provincia di Rovigo.
Articolo di Venerdì 20 Novembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it