Condividi la notizia

CORONAVIRUS

Nonostante le positività l’azienda agricola non si è fermata, il ringraziamento all’Ulss 5 Polesana 

Covid-19: Azienda Ulss 5 e supporto alle aziende, una storia di collaborazione e responsabilità. Da Porto Viro (Rovigo) la gratitudine ai sanitari

0
Succede a:

PORTO VIRO (Rovigo) - Un grazie sincero al direttore generale dell’Azienda Ulss 5, dottor Antonio Compostella, e al Servizio di Igiene e Sanità Pubblica, a cui va il merito di tracciare, contenere e isolare, il   contagio da covid-19 con abnegazione, professionalità e impegno quotidiano. 

Lo speciale ringraziamento arriva da Porto Viro, dove l’Azienda agricola Mea S.S. è stata protagonista di una virtuosa collaborazione con l’Azienda Ulss 5 Polesana. “Ho scritto una lettera al Direttore Generale per complimentarmi della tempestività, della collaborazione avuta. L’azienda agricola di cui sono il responsabile - spiega il signor Ernestino Crepaldi – cresce e alleva ben 3000 bovini. All’inizio della seconda ondata pandemica, mi sono sentito di far sottoporre al tampone, presso un laboratorio privato, i nostri 15 dipendenti. Purtroppo, ben 5 di loro sono risultati positivi al covid -19.  Da quel momento è entrata in campo la competenza dell’Azienda Ulss 5, che, non solo ci ha sostenuti nel momento certamente cupo della quarantena, ma ci ha guidato verso la guarigione e negativizzazione dei dipendenti con telefonate quotidiane, supporto, consigli. Abbiamo ritarato i turni nel nostro allevamento, chiaramente, sempre rispettando la quarantena, l’isolamento e tutte le norme igieniche alla perfezione. Ritengo sia stato un aiuto salvifico, perché ha risollevato l’umore e permesso all’azienda di non fermarsi: esprimo gratitudine alla Direzione Generale dell’Azienda, al Servizio Igiene, a tutti coloro che stanno mettendo a disposizione tanta abnegazione e professionalità per uscire da questa pandemia”.

“A mia volta ringrazio gli operatori tutti. Ricevere gratitudine - sottolinea Antonio Compostella, dg dell’Ulss 5 Polesana - ci solleva e conforta: con la collaborazione di ognuno di noi, con il senso di responsabilità, le ormai note abitudini di distanziamento, igiene, il rispetto delle norme emanante a livello nazionale e regionale potremmo via via contenere la diffusione del contagio, e, questa la mia speranza, aiutare e sostenere in questo difficile momento lavoratori, economia e aziende”. 

 

 

 

Articolo di Mercoledì 25 Novembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it