Condividi la notizia

LAVORI PUBBLICI

Una scuola tutta nuova per Bosaro

La realizzazione dell'edificio costerà complessivamente 1 milione e 675 mila euro e i lavori inizieranno entro la fine di quest'anno. L'azienda veronese Cubi srl consegnerà l'immobile "chiavi in mano" entro fine 2021

0
Succede a:
BOSARO (Rovigo) - Il comune di Bosaro avrà una nuova scuola. Ad aggiudicarsi l'appalto per la realizzazione dell'edificio è l'azienda veronesi di impianti tecnologici Cubi srl che opera anche nel settore elettrico e meccanico "chiavi in mano".

Il sindaco, Daniele Panella, dichiara che “la costruzione di una nuova scuola a Bosaro è un obiettivo sfidante e che corona anni di impegno accanto alle famiglie ed alle Istituzioni scolastiche. Proporre buona didattica in un ambiente moderno, sano, sicuro, sostenibile e confortevole è il sogno di ogni famiglia e noi, a Bosaro, siamo in grado di offrire tutto ciò”.
Il nuovo plesso, che ospiterà la scuola primaria, sorgerà su un unico piano, dotato della tecnologia di ultima generazione, con un’elevata sostenibilità ambientale ed energetica, oltre che antisismico, e con spazi più ampi rispetto a quelli attuali per consentire il rigoroso rispetto delle regole anti Covid.
La realizzazione dell'edificio costerà complessivamente 1 milione e 675 mila euro e i lavori inizieranno entro la fine di quest'anno per concludersi entro un anno dall'inizio degli stessi.


Siamo oltremodo soddisfatti e orgogliosi – sottolinea Niccolò Cubi, presidente dell'omonima azienda - che il Comune, a seguito di gara pubblica, abbia individuato e successivamente affidato a noi i lavori per la costruzione dell'istituto scolastico, proprio nel momento in cui lo studio a distanza sta mettendo a dura prova l'istruzione dei nostri ragazzi. Speriamo che l'anno scolastico 2021-2022 possa essere diverso, noi certamente faremo la nostra parte e ci impegneremo per garantire un edificio più sicuro, efficiente, ed in linea con le aspettative dell’amministrazione aomunale”.

La nuova scuola comprenderà ufficio ausiliari, palestra, infermeria, sala insegnanti, 5 aule principali di circa 50 metri quadrati in grado di ospitare fino a 25 alunni. Saranno inoltre realizzate due sale: una di oltre 75 metri quadrati, l’altra di 30 metri quadrati con caratteristiche tali da consentire un utilizzo polifunzionale (attività artistiche, musicali, mensa) e adeguarsi così alle necessità scolasti-che legate al singolo periodo. Lo spazio distributivo centrale è stato pensato come spazio per momenti ricreativi ma anche come spazio da utilizzare in momenti conviviali o rappresentativi.

La struttura è stata studiata ponendo grande attenzione alla sicurezza anche in ragione dell’età degli alunni che frequenteranno la scuola: ogni stanza e luogo dell’edificio è dotato di uscita di emergenza ed è tutto disposto al piano terreno per essere facilmente fruibile da persone diversamente abili.  

La nuova scuola sarà dotata di moderni impianti di illuminazione e di riscaldamento oltre che di un impianto fotovoltaico di 15 chilowatt in grado di fornire l’energia necessaria al funzionamento delle attività didattiche. Nella progettazione sono stati rispettati i criteri ambientali più rigorosi dettati dalla normativa in materia.
Articolo di Mercoledì 25 Novembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it