Condividi la notizia

CORONAVIRUS

Covid-19: Il contagio nelle case di riposo della provincia di Rovigo aumenta

Anche se i numeri sono incoraggianti, preoccupa la situazione delle strutture che ospitano gli anziani. 58 nuove positività in provincia di Rovigo, ma ci sono anche 114 guarigioni

0
Succede a:

ROVIGO - La prevalenza in Polesine (totale delle persone risultate positive da inizio epidemia sul totale della popolazione) è pari all’ 1,60%. L’incidenza degli ultimi 7 giorni (nuovi casi riscontrati sul totale delle persone testate nel periodo) è pari al 5,53%.

Sono 28.352 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore. Le vittime sono 827. Per il secondo giorno consecutivo diminuiscono i pazienti ricoverati in terapia intensiva che sono attualmente 3.782, -64. Ancora in calo, per il quarto giorno consecutivo, anche i ricoverati in area medica che dai 34.038 di ieri ai 33.684, -354.

58 nuove positività di residenti in Polesine nelle ultime 24 ore: 1 operatore del Csa di Adria, 3 ospiti della Residenza per Anziani “Villa Agopian” di Corbola, 1 ospite della Casa di Riposo “La Residence” di Ficarolo, 5 ospiti e 4 operatori della Casa Albergo per Anziani di Lendinara, 1 operatore della Casa di Riposo “La Rosa dei Venti” di Rosolina.

Tra i nuovi positivi anche uno studente di una scuola secondaria di primo grado di Rovigo. I compagni, i docenti e il personale ATA che hanno avuto contatti domani saranno sottoposti a tampone. 17 delle 58 nuove positività sono emerse dai test antigenici.  15 persone, delle 58 risultate positive, erano già in isolamento domiciliare

Attualmente risultano 118 pazienti ricoverati: 1 paziente in Ostetricia e Ginecologia a Rovigo, 94 pazienti in Area Medica Covid a Trecenta (1 nuovo paziente già risultato positivo nei giorni scorsi ricoverato per peggioramento delle condizioni, 1 paziente dimesso), 15 pazienti in Terapia Intensiva Covid a Trecenta, 8 pazienti in Malattie Infettive a Rovigo.

Le strutture residenziali extra ospedaliere risultano positivi: 1 operatore del Csa di Adria, 1 operatore del Csa San Martino di Castelmassa, 3 ospiti e 1 operatore della Residenza per Anziani “Villa Agopian” di Corbola, 1 operatore del Casa di Riposo “San Gaetano” di Crespino, 2 operatori della Casa di Riposo “San Salvatore” di Ficarolo, 45 ospiti e 3 operatori della Casa di Riposo “La Residence” di Ficarolo, 34 ospiti e 12 operatori della Casa Albergo per Anziani di Lendinara, 1 operatori del Centro Servizi Anziani Villa Tamerici di Porto Viro, 1 operatore della Casa di Riposo “Iras” di Rovigo, 1 ospite e 2 operatori della Casa di Riposo “Citta di Rovigo” di Rovigo, 2 operatori della Casa di Riposo “Madonna del Vaiolo” di Taglio di Po, 3 operatori della Casa di Riposo “S. Antonio” di Trecenta, 1 operatore della Casa di Riposo “Sant’Anna” di Villadose, 21 ospiti e 11 operatori della Casa di Riposo “Sacra Famiglia” di Fratta Polesine, 27 ospiti e 13 operatori della Casa di Riposo “La Rosa dei Venti” di Rosolina.

Nelle restanti strutture del Polesine non si segnalano positività né tra gli ospiti né tra gli operatori. I tamponi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 136.313. I tamponi rapidi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 54.356. 114 nuove guarigioni fanno salire a 1.366 il totale dei guariti in Polesine da inizio epidemia. Sono 2.335 le persone attualmente positive in provincia. 

Ad oggi sono 2.715 le persone poste in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva.

 

Articolo di Venerdì 27 Novembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it