Condividi la notizia

SINDACATO 

Giorgio Roman nuovo segretario della Filca Cisl

Il primo ad augurare buon lavoro a Giorgio Roman è stato il segretario generale della Cisl Padova Rovigo Samuel Scavazzin

0
Succede a:

PADOVA - E’ Giorgio Roman il nuovo segretario generale della Filca Cisl Padova Rovigo. La sua elezione alla guida del sindacato degli edili, avvenuta lunedì mattina nella sede della scuola edile di Padova, ha messo fine a un lungo periodo di reggenza. Il suo nome è stato proposto dal reggente Ottavio De Luca, segretario nazionale della Filca Cisl, che ne ha sottolineato l’impegno profuso in questi anni. “Ha saputo cogliere – ha detto – gli indirizzi della Filca nazionale e della Cisl confederale per questo territorio. La Filca deve tornare ad essere protagonista”.

Il neo eletto Giorgio Roman ha ringraziato tutti i presenti “e le Rsu aziendali, indispensabili a portare avanti il nostro compito, che è quello di tutelare i lavoratori. Questo è stato per tutti un anno critico, che chiuderemo comunque positivamente e con una nuova progettualità, in base alla strada di rinnovamento tracciata dalla Filca nazionale e dalla Cisl, creando sinergia con le altre federazioni e con le altre province. La necessità di ampliare i nostro orizzonti per agire nel modo più efficacie anche in questo periodo di pandemia ci servirà anche in futuro. In questi anni anche la Filca Cisl Padova Rovigo è cambiata ed è con questa nuova immagine che vogliamo presentarci all’esterno”.

Il primo ad augurare buon lavoro a Giorgio Roman è stato il segretario generale della Cisl Padova Rovigo Samuel Scavazzin. “Di lavoro da fare ce n’è tanto – ha sottolineato – ma c’è anche la progettualità. Quello che chiediamo come Cisl Padova Rovigo è una Filca Cisl Padova Rovigo forte e autorevole, perché se lo sarà l’una lo sarà anche l’altra. Ci aspetta un periodo di progetti importanti sul territorio. Pensiamo alla Pedemontana per l’Alta padovana, alle scelte da fare per la città di Padova, a cominciare dalla Fiera, al completamento della Padana inferiore nella Bassa. Alla fucina di esperienze e di progetti che sta diventando il Polesine, con la Zls e la scuola edile nel Basso Polesine. Ci stiamo muovendo anche con le prefetture di Padova e di Rovigo perché venga messo l’accento con più decisione sul tema della salute e della sicurezza. La settimana scorsa abbiamo avuto un incontro con Assindustria Venetocentro, insieme a Cgil e Uil. I temi sul tappeto, come la digitalizzazione, la formazione delle maestranze, le infrastrutture materiale e immateriali, l’accorciamento delle filiere, sono quelli sui quali siamo presenti da anni, ma solo facendo squadra riusciremo ad ottenere risultati ambiziosi ed evitare gli errori commessi in passato, come la mancata gestione dell’arrivo di Amazon che ha messo in evidenza tutte le criticità del territorio. Dobbiamo guardare avanti e pensare ai lavoratori e ai cittadini – ha concluso Scavazzin – e lavorare per il loro bene, tenendo i piedi per terra e la direzione ben ferma indicata dalle nostre idee”.

Le conclusioni sono state tratte dal segretario nazionale della Filca Cisl Salvatore Federico, che ha augurato al nuovo segretario di trasformare in realtà le grandi questioni sollevate dalla segretaria generale della Cisl Annamaria Furlan. “Viviamo un momento di rapidissimi cambiamenti – ha detto – ma abbiamo le idee per poterli gestire. Pensiamo all’invecchiamento della popolazione: nell’ultimo contratto nazionale abbiamo inserito un accordo che promuove la staffetta intergenerazionale premiando il lavoratore anziano che aiuta il più giovane. Pensiamo anche alla necessità di trovare nuovi meccanismi per la redistribuzione del reddito, da tenere presente nei contratti che andiamo a trattare, così come il benessere organizzativo. Nell’edilizia ci stiamo confrontando con il grande problema del consumo del territorio. Ho conosciuto Giorgio Roman – ha ricordato Federico – quando era capocantiere ed è rimasto la persona essenziale che era allora. Oggi c’è bisogno di sindacato, di stare vicini alle persone e agire attraverso la contrattazione per migliorare le condizioni di lavoro e di vita dei lavoratori e delle comunità aziendali”.

Articolo di Lunedì 30 Novembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it