Condividi la notizia

ISTRUZIONE

L’istituto Primo Levi implementa la dotazione tecnologica

I licei ad indirizzo linguistico e scienze applicate e l’indirizzo tecnico-economico di Badia Polesine (Rovigo) migliorano ulteriormente le strumentazioni didattiche con supporti all’avanguardia

0
Succede a:

BADIA POLESINE (Rovigo) –  Nonostante  tutte le difficoltà collegate all’emergenza sanitaria, l'istituto d’Istruzione Superiore “Primo Levi”, implementa la dotazione tecnologica per mantenere un saldo legame con il territorio e rimanere al passo con le richieste del mondo del lavoro migliorando l’offerta formativa.

“In questi primi mesi dell'anno scolastico – fanno sapere dalla scuola - i licei ad indirizzo linguistico e scienze applicate e l’indirizzo tecnico-economico, coordinati dalla professoressa Maria Grazia Campioni, referente d’istituto per progetti e Pcto, hanno partecipato all’avviso pubblico del Miur nell’ambito della ‘Promozione di ambienti di apprendimento laboratoriale’ con il progetto dal titolo ‘In viaggio con… le coniche’, che prevede di catturare e studiare dal punto di vista artistico, matematico e strutturale opere architettoniche, piazze o edifici. I ragazzi si sono guadagnati così un kit composto da 11 calcolatrici grafiche, con i rispettivi software e manuali”.

Con il progetto “Smart Class”, l’istituto ha partecipato ad un avviso pubblico nell’ambito del Programma operativo nazionale (Pon) “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento ”, finanziato dai Fondi strutturali europei e dal Fondo europeo di sviluppo regionale, ottenendo la possibilità di acquistare 5 monitor interattivi da collocare in altrettante aule, come valido supporto alla didattica digitale integrata (Ddi). Nell’ambito dello stesso progetto Pon, inoltre, la scuola ha ottenuto un importante finanziamento per acquistare supporti, libri e kit didattici, anche da concedere in comodato d’uso, a favore di studentesse e studenti in difficoltà garantendo pari opportunità e diritto allo studio. In particolare, sono stati acquisiti circa 50 E-book reader su cui saranno caricati E-book nelle lingue straniere oggetto di studio (inglese, francese, spagnolo, tedesco) oltreché nella lingua italiana. Non da ultimo, i ragazzi delle classi quinte stanno concludendo le attività previste dal progetto “Sicurezza post Covid – approccio di miglioramento”, presentato da Punto Confindustria, in cui l’istituto risulta partner beneficiario e che si inserisce nell’azione “Formazione = Prevenzione = Salute” finanziata dall’Ulss 5 Polesana.

“Questa esperienza  ha dato la possibilità agli allievi e alle allieve di riflettere sulla valorizzazione dei comportamenti corretti e delle responsabilità individuali necessarie per il mantenimento della sicurezza individuale e collettiva, partendo dalla propria classe per poi aprirsi all’istituto intero, realizzando vere e proprie campagne informative”.

“In un momento come questo – sottolinea la dirigenza dell'istituto - mantenere vivo l’impegno per l’innovazione non è semplice, ma è comunque necessario, perché il legame con il territorio è importante, così come è fondamentale rimanere al passo con le richieste che il mondo del lavoro, e della formazione post diploma”. In queste settimane, consultando il sito della scuola, è possibile accedere alle iniziative in modalità online per l’orientamento in entrata.

U.M.B.

Articolo di Martedì 1 Dicembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it