Condividi la notizia

ECONOMIA

Confartigianato Polesine invita ad acquistare per Natale prodotti locali per salvare l’economia

L’appello di Marco Campion, Confartigianato Polesine - Rovigo: “Facciamoci un regalo e salviamo la filiera del nostro Territorio, patrimonio di cultura e saper fare e occupazione"

0

ROVIGO - “Facciamoci un regalo! Compriamo artigiano, compriamo locale. È questo, in estrema sintesi, l’appello che Confartigianato Polesine lancia per sostenere e acquistare direttamente dai produttori, dalle attività artigianali e commerciali attualmente penalizzate e costrette a chiudere o a resistere, ma soprattutto a reinventarsi. “Quello che ci attende sarà un Natale diverso e difficile – spiega Il Presidente di Confartigianato Polesine Marco Campion  – Auspicando che si allentino alcune restrizioni, vogliamo lanciare un appello: regalate prodotti del nostro artigianato. Invitiamo tutti a comperare prodotti di qualità del nostro artigianato per non far perdere a migliaia di attività l’appuntamento clou del Natale che vale, nella nostra Provincia, oltre 90 milioni di euro”.

Da una elaborazione dell’Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto su dati ISTAT, "i consumi delle famiglie Polesane nel corso del 2019, sono stimati in 94.000.000 di euro, questa la spesa natalizia (mese di dicembre) di prodotti e servizi tipici dell’artigianato; il 58,6% destinato ad alimentari/bevande ed il 17% ad abbigliamento/accessori. Oltre 1.500 le imprese artigiane della Provincia di Rovigo potenzialmente interessate (il 29% del totale artigianato) che offrono lavoro a quasi 5.300 dipendenti (il 37,6% del totale dell’artigianato della nostra Provincia). Alimentazione, abbigliamento e accessori, da soli, rappresentano il 75,6% della spesa con oltre 70.000.000 di euro, a seguire le spese per l’acquisto di mobili e arredo (5.000.000 di euro pari al 5%), articoli per la casa (30.000.000 di euro), giocattoli e libri (40.000.000 di euro), beni e servizi per la cura della persona (11.000.000  euro pari al 12%)".

“Da quando la pandemia è scoppiata nel nostro Paese –  prosegue Marco Campion –, alle categorie produttive è stato chiesto un grande sforzo di responsabilità: abbiamo chiuso le nostre attività per tre mesi, abbiamo investito per mettere in sicurezza luoghi di produzione e di vendita, abbiamo nuovamente richiuso. Ora dobbiamo essere uniti per le nostre comunità: comprate prodotti dell’artigianato locale e, se non è possibile farlo di persona, i canali per il loro acquisto non mancano. La svolta digitale che stanno compiendo le imprese Polesane impegnate e coinvolte in questa transizione, anche obbligata per via della pandemia, vede oltre il 60% delle nostre aziende implementare canali web, sistemi di vendita e distribuzione on line, aggiornamento software, rendendo questi servizi possibile”.

“Noi, come Sistema,  ci stiamo lavorando – continua il Presidente di Confartigianato Polesine –.  In regione Veneto parte, oggi, una campagna social che promuove il ricorso a negozi locali per i regali delle prossime festività. I nostri artigiani ci sono: dalla pasticceria, bevande, a tutto l’alimentare in genere, libri e poi cravatte, vestiti e prodotti sartoriali, prodotti per la casa e l’ufficio, complementi d’arredo e artigianato locale. Dobbiamo tutti – conclude Campion – fare uno sforzo e sostenere il lavoro dei nostri produttori e  l’identità del nostro Territori, patrimonio di cultura e saper fare”.

Articolo di Mercoledì 2 Dicembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it