Condividi la notizia

POLITICA

Mini-manovra da 436.000 euro

Polesella (Rovigo) si conferma un comune particolarmente attivo e foriero di investimenti, il consiglio ha approvato la variazione di bilancio

0
Succede a:

POLESELLA (Rovigo) - Il consiglio comunale di Polesella, riunitosi lunedì sera 30 novembre, ha approvato la variazione di bilancio con destinazione dell’avanzo di amministrazione proposta dalla giunta comunale; una mini-manovra da 436.000 euro che era già stata oggetto di parere positivo da parte della I commissione consigliare riunitasi venerdì sera, come ricordato dal capogruppo di Polesella Domani, Franco Modena, che ha voluto ribadire pieno appoggio alla proposta maturata in sede di esecutivo, che, tra le altre cose, tiene in piena considerazione gli indirizzi del consiglio per quanto concerne gli sgravi fiscali alle imprese colpite da lockdown e ricomprese nei codici Ateco previsti dai decreti governativi, che si vedono decurtate tre mensilità di Tari, il 50% della Cosap e la metà dell’IMU.

Il consiglio comunale ha espresso unanime apprezzamento per la scelta di non destinare totalmente l’avanzo di amministrazione, così come comunicato dal sindaco, dato che “il 2021 potrebbe portare le ripercussioni della pandemia con ricadute sul piano sociale ed economico ed è opportuno che l’amministrazione abbia risorse per agire”.

Il dettaglio degli interventi previsti dalla variazione di bilancio è molto ampio. L’amministrazione ha deciso di destinare 353.280 euro sui 530.000 di avanzo di amministrazione disponibile, recuperando altresì risorse di avanzo vincolato e eccedenze nei capitoli del bilancio di previsione. Con 426.000 euro di risorse comunali si mettono in circolo spese di investimento e una tantum per oltre 830.000 euro per la realizzazione di iniziative utili e attese. In particolare, l’amministrazione ha fissato un capitolo di 250.000 euro per la sistemazione e il rafforzamento della sicurezza di diversi ponti siti sul territorio comunale, si cofinanziano gli interventi per il progetto “7 moli” cofinanziato dal Gal (20.000 euro di avanzo per un intervento di 97.289); per i progetti della ciclabili, per interventi su edifici pubblici (municipio, caserma carabinieri, marciapiedi, scuole, alloggi Erp, Punto Sanità) per oltre 70.000 euro; per l’avvio del percorso di collaborazione con Nomisma per il governo della zona logistica semplificata per 6.100 euro. Previsti inoltre interventi di svuotamento loculi per 20.000 euro. Cofinanziato al 50% inoltre, il progetto di rivitalizzazione dei centri storici finanziato dalla Regione Veneto (28.800 euro per un progetto da complessivi 57.600 euro).

Il sindaco Leonardo Raito, che, come titolare del referato al bilancio, ha coordinato la predisposizione della variazione, è soddisfatto: “In un periodo così complesso potersi giovare dell’oculatezza delle scelte messe in campo nel recente passato è importante. Questa variazione di bilancio è una variazione espansiva, prevede interventi che possono essere affidati ad aziende locali, cofinanziamenti a opere pubbliche da attivare. È stata oggetto di una importante ricognizione con i funzionari responsabili di servizio, discussa in giunta per dar corso ai tanti progetti presentati dagli assessori, e mantiene quello spirito di attenzione nei confronti di quello che potrà succedere con la questione pandemia. Una serie di iniziative che si somma a quelle già attivate e che rendono, nonostante l’annata strana, Polesella un comune particolarmente attivo e foriero di investimenti”.

Articolo di Mercoledì 2 Dicembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it