Condividi la notizia

SANITA’

Presidio dei Sindacati all’Iras, chiedono più personale nelle case di riposo

Manifestazione di Cgil, Cisl e Uil Rovigo davanti alla casa di riposo simbolo del Polesine, il Covid-19 ha amplificato il problema, i Sindacati chiedono di porre rimedio alla carenza di personale

0
Succede a:

ROVIGO - In preparazione allo sciopero del 9 dicembre, e per la gravissima situazione che stanno vivendo le case di riposo del territorio, venerdì 4 dicembre, Cgil, Cisl e Uil hanno presidiato l’ingresso dell’Iras di Rovigo nel quartiere San Bortolo. Contagi da Covid-19 che stanno mettendo sotto pressione il sistema sanitario da mesi, per le case di riposo i Sindacati chiedono più personale, oltre a completare la regolarizzazione dei precari.

“Siamo all’Iras perchè è la principale struttura del Polesine, le strutture della provincia stanno soffrendo in maniera spasmodica la carenza di personale, che ovviamente non è da imputare semplicemente al Covid-19, ma si porta dietro da decenni ormai, e il coronavirus l’amplifica”.

Così Roberta Denanni di Fp Cgil “Ci sono strutture come Lendinara che si trovano scoperte, abbiamo chiesto all’Ulss e al Prefetto di farsene carico, strutture dove è entrato il Covid ed ovviamente si ammalano gli ospiti e sprattutto gli infermieri, siamo alla frutta”

“Esprimiamo la nostra solidarietà ai colleghi - ha sottolineato Enrica Muraro Uil Fpl - stiamo dimostrando perchè chi lavora nel pubblico è importante dà un servizio ai cittadini, la carenza di personale si rispecchia nei servizi”.

Sciopero dei dipendenti pubblici che il 9 dicembre punta ad evidenziare problemi vecchi, ma sempre drammaticamente attuali “Non si può continuare a tagliare”, ha evidenziato Franco Maisto (Cisl Fp), troppi i precari, i Sindacati chiedono di dare garanzia ai lavoratori “gli operatori stanno lavorando sotto stress”.

 

Articolo di Venerdì 4 Dicembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it