Condividi la notizia

POLTICA PORTO TOLLE

Casapound: "A Porto Tolle il Partito Democratico ha la sede offerta dal comune; è ingiustificabile"

Il partito di estrema destra si scaglia contro il comune di Porto Tolle (Rovigo) ancora una volta a distanza di mesi dopo che lo stesso aveva evidenziato questo "problema" mai stato risolto

0
Succede a:
PORTO TOLLE (Rovigo) - A distanza di quattro mesi CasaPound torna sulla questione della sede del Partito Democratico portotollese, concessa in gratuità dal comune al partito di sinistra.

“Dai documenti in nostro possesso – dichiara il movimento della tartaruga frecciata - il comune di Porto Tolle ha concesso uno stabile comunale con tanto di terrazza con vista sulla piazza principale al Partito Democratico locale in data 6 dicembre 2012 con tanto di contratto scaduto dopo quattro anni in data 5 novembre 2016; motivo per cui al locatario Partito Democratico è stata data l'opportunità di usufruire di tale stabile comunale in maniera non lecita, unicamente in virtù di un’accondiscendenza abitudinaria verso chi ha sempre fatto la voce grossa in paese”.

“Ovviamente – aggiunge CasaPound - tale situazione è figlia di situazioni pregresse e non di decisioni di questa amministrazione, ma proprio per questo motivo chiediamo al sindaco Roberto Pizzoli e alla maggioranza di mostrare schiena dritta facendo cessare un vero e proprio privilegio che in questa forma non ha alcuna ragione o titolo d’essere. Si utilizzi piuttosto quello spazio per attività di pubblica utilità, magari affidandolo qui sì in gratuità ad una qualche associazione apolitica operante nel sociale”.
Articolo di Sabato 5 Dicembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it