Condividi la notizia

POLITICA CORBOLA

Doati, Toato e Bovolenta: "Domeneghetti non è un esempio da prendere in considrezione"

I consiglieri comunali di minoranza di Corbola (Rovigo) ancora una volta rispondono al sindaco Michele Domeneghetti, specificando che il suo comportamento non ha nulla di democratico

0
Succede a:
CORBOLA (Rovigo) - Continua il botta e risposta di maggioranza e minoranza di Corbola, con i consiglieri d'opposizione Rossano Doati, Anna Paola Tosato e Valentina Bovolenta che rispondono al sindaco Michele Domeneghetti nuovamente (LEGGI ARTICOLO). 

"Già da tempo la minoranza consiliare a Corbola si era accorta di avere nel sindaco Michele Domeneghetti un aspirante pedagogo, che non perde occasione per “insegnare” da manuale agli altri come ci si deve comportare e, nel farlo, si ammanta di prerogative virtuose che non ha nella realtà: un “maestro” si pone innanzitutto come modello di comportamento di fronte ai suoi “discepoli”.

Proseguendo: "Peccato che il sindaco non sia un modello e che noi siamo pertanto ben lungi dal sentirci suoi discepoli: continui pure a vanagloriarsi sui social, a incensare quelle poche azioni amministrative, o meglio quel niente di sostanziale, che sa fare. Ma non sono solo i consiglieri di minoranza Doati, Bovolenta e Tosato a valutare la vanità della falsa magnificenza democratica del sindaco Domeneghetti: c’è un paese reale che testimonia quanto egli, in tempi che lo stesso non può che definire duri e difficili, abbia fatto, o meglio non abbia fatto, in nome di quella generosa dedizione che egli predica ma non dimostra nei fatti".

"Attendiamo ancora tutto quello che gli abbiamo chiesto in questi mesi e continuiamo a denunciare la sua mancanza di democrazia nella gestione degli stessi consigli comunali. Nel fare ciò abbiamo sempre usato gli strumenti che la convivenza civile ci mette a disposizione, senza le velleità da soubrette di talk show (mascherate ovviamente da finti pudori) che altri amministratori che rendono pubblici i loro consigli comunali, probabilmente hanno secondo le considerazioni del sindaco".

Concludendo: "Oppure, teme piuttosto il sindaco di Corbola che i consigli comunali da lui presieduti possano diventare un cattivo esempio di programmi trash vista la sua propensione all’offesa facile e ai giochetti di parole inconsistenti, conditi da considerazioni al limite della denuncia?".
 
Articolo di Lunedì 7 Dicembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it