Condividi la notizia

POLO NATATORIO

Caso piscine: questione chiusa. Accettata la proposta del sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo

La spada di Damocle che pendeva sui conti del Comune di Rovigo non spaventa più. La proposta a chiusura delle pendenze con il finanziatore del project, ex Unipol, è stata ufficialmente omologata

0
Succede a:
ROVIGO - E' arrivata nella serata di mercoledì 16 dicembre la notizia che sancisce ufficialmente la fine dei pensieri per il Comune di Rovigo a seguito della chiamata in causa nella surroga del mutuo contratto dalla società di progetto Veneto nuoto per la realizzazione del polo natatorio cittadino.

Il primo autentico e importante successo dell'amministrazione guidata dal sindaco Edoardo Gaffeo chiude un 2020 costellato di difficoltà per la gestione dell'emergenza Covid-19 e sancisce la bontà della proposta avanzata tanto da essere stata accolta ufficialmente.

"Nella giornata di oggi abbiamo ricevuto la comunicazione ufficiale che la proposta di concordato fallimentare avanzata dal Comune di Rovigo a chiusura delle pendenze relative al polo natatorio è stata omologata" - ha dichiarato il sindaco Gaffeo che si è impegnato a rendere noto i dettagli dell'operazione nei prossimi giorni dopo via libera, secretato (LEGGI ARTICOLO), ricevuto dal consiglio comunale di Rovigo.

"Chiudiamo un capitolo doloroso, e liberiamo risorse per la nostra comunità - ha aggiunto Gaffeo - Grazie ai consiglieri comunali che hanno approvato l'operazione e a tutto il personale del Comune di Rovigo che ha lavorato alla definizione di questa importante operazione finanziaria".
Articolo di Mercoledì 16 Dicembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Per approfondire

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it